E-Gap: 200 milioni in tre anni per i servizi di ricarica mobile e on-demand

martedì 30 novembre 2021

Nei prossimi 3 anni E-Gap, l’operatore italiano impegnato nei servizi di ricarica mobile e on-demand per auto elettriche, investirà 200 milioni per espandere la sua rete.

La società, che è già attiva a Roma e Milano, destinerà gli investimenti principalmente all’ampliamento dell’infrastruttura mobile di ricarica, ma anche all’espansione della gamma di prodotti nonché all’apertura in nuovi Paesi e in circa 200 città tra Europa e Stati Uniti.

Il piano di E-Gap: più infrastrutture e più mercati

Per quanto riguarda l’espansione sui mercati internazionali il Piano prevede, infatti, l’apertura del servizio in Francia e in Spagna entro la fine dell’anno, cominciando da Parigi e Madrid. L’espansione riguarderà, inoltre, entro il primo semestre del 2022 anche Germania e Regno Unito, completando così la prima fase del Piano Industriale che prevede il posizionamento del servizio nei principali Paesi europei, corrispondenti a circa il 70% del mercato elettrico dell’area. La seconda fase del Piano prevede un’ulteriore espansione in Europa, così da coprire le principali capitali del Vecchio Continente, nonché l’ingresso nel mercato statunitense, entro l’inizio del 2023.

E-Gap sta poi soprattutto lavorando su un ampliamento della propria flotta dei mezzi adibiti al servizio di ricarica elettrica on-demand - entro l’estate 2022 sono previsti 100 nuovi e-van, con l’obiettivo di raggiungere la quota di 500 mezzi di ricarica green entro il 2024 – ma soprattutto l’azienda si sta impegnando per integrare l’offerta di ricarica mobile con una serie di soluzioni di ricarica off-grid, tra cui un primo lancio di prodotti ultrafast già nella prima metà del 2022.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata