Autovie Venete forma gli ausiliari alla viabilità con la realtà virtuale

mercoledì 3 novembre 2021

La realtà virtuale punta a rivoluzionare il percorso di apprendimento basato su corsi teorici di e-learning. Gli ausiliari alla viabilità di Autovie Venete potranno allenarsi agli interventi e ai rischi quotidiani del traffico (ostacoli sulla carreggiata, incidenti e code), in ambiente al sicuro e protetto grazie a un particolare software in grado di riprodurre, in formato 3D tali particolari situazioni.

Il progetto innovativo – unico in questo campo applicativo a livello internazionale – è stato messo a punto da Ikon, la digital farm con sede a Staranzano specializzata nello sviluppo di queste tecnologie ed è stato presentato alcuni giorni fa ai vertici della Società autostradale.

Oculus Quest 2, il nuovo visore di Facebook

Grazie a questo dispositivo gli ausiliari saranno così in grado di camminare e muoversi nell’area di addestramento dove è stato ricreato il traffico o l’emergenza in tutte le modalità possibili (in orario diurno, notturno, con il sereno, la pioggia o la nebbia) e simulare, quindi, l’intervento. Il dispositivo servirà da esercitazione e verifica dei corretti comportamenti da attuare poi sul campo.

Alla base dell'innovazione c’è Oculus Quest 2, il nuovo visore di Facebook per la realtà virtuale che, dotato di sensori e collegato a un pc con la modalità wireless, grazie a un sistema complesso di telecamere è in grado di riconoscere il movimento dell’utente che lo indossa – compreso quello delle mani – e gli ostacoli intorno allo stesso. In questi mesi, inoltre, grazie alle conoscenze fornite dagli stessi ausiliari alla viabilità di Autovie, Ikon è riuscita a replicare in 3D in maniera esatta un tratto di autostrada della A4 da Redipuglia e Villesse, i messaggi audio che arrivano dal Centro Radio Informativo, gli stessi veicoli utilizzati durante le emergenze del personale operativo, la segnaletica di emergenza, i comportamenti che assumono i conducenti alla guida e l’arrivo dei soccorsi quando si verificano imprevisti sulla strada.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata