Trasporto ferroviario: sì dell’Ue a misure di sostegno tedesche per passeggeri e merci

lunedì 2 agosto 2021

La Commissione europea ha approvato, in base alle norme sugli aiuti di Stato dell'Ue, due programmi tedeschi a sostegno del settore del trasporto merci su rotaia e del settore del trasporto passeggeri sempre su rotaia a lunga percorrenza nel contesto dell'epidemia di coronavirus.

Il sostegno nell'ambito dei programmi assumerà la forma di una riduzione dei diritti pagati dalle imprese ferroviarie per l'accesso all'infrastruttura ferroviaria sia nel settore del trasporto merci su rotaia che nel settore del trasporto passeggeri a lunga percorrenza. Le misure contribuiranno quindi a prevenire la perdita di quote di mercato del trasporto ferroviario rispetto alle modalità di trasporto concorrenti.

La prima misura, che ha un budget stimato di 2,1 miliardi di euro, solleverà gli operatori ferroviari a lunga percorrenza di circa il 98 per cento dei canoni infrastrutturali pagati nel periodo dal primo marzo 2020 al 31 maggio 2022.

La seconda misura modifica uno schema d'aiuto esistente del 2018 a sostegno degli operatori del trasporto merci su rotaia in Germania. Con un budget stimato di 410 milioni di euro, l'emendamento aumenta il sostegno a circa il 98 per cento dei canoni infrastrutturali pagati dagli operatori del trasporto merci nel periodo dal primo marzo 2020 al 31 maggio 2021.

La Commissione ha riscontrato che le misure sono vantaggiose per l'ambiente e per la mobilità in quanto supportano il trasporto ferroviario, che è meno inquinante del trasporto su strada, riducendo anche la congestione stradale. La riduzione degli oneri per l'infrastruttura è in linea con il Regolamento (Ue) 2020/1429, che consente e incoraggia gli Stati membri ad autorizzare temporaneamente la riduzione, l'esonero o il differimento dei diritti per l'accesso all'infrastruttura ferroviaria al di sotto dei costi diretti. Di conseguenza, la Commissione ha concluso che le misure sono conformi alle norme dell'Ue in materia di aiuti di Stato, in particolare agli orientamenti della Commissione del 2008 sugli aiuti di Stato alle imprese ferroviarie ("orientamenti ferroviari").

"Le misure approvate oggi – ha dichiarato il vicepresidente esecutivo Margrethe Vestager, responsabile della concorrenza – aiuteranno gli operatori del trasporto merci e passeggeri in Germania a superare la difficile situazione causata dall'epidemia di coronavirus. Le misure contribuiranno a mantenere la competitività della ferrovia rispetto ad altre modalità di trasporto, in linea con gli obiettivi del Green Deal europeo. Continuiamo a lavorare con tutti gli Stati membri per garantire che le misure di sostegno nazionali possano essere messe in atto nel modo più rapido ed efficace possibile, in linea con le norme dell'Ue".

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata