Dal Pnrr 380 milioni per i porti di Napoli e Salerno: il commento di De Rosa (Alis)

lunedì 2 agosto 2021

Gli investimenti sui porti campani previsti dal Pnrr sono molto positivi, ma la vera priorità del Paese è l’ammodernamento della rete infrastrutturale. È questo, in sistesi, il pensiero espresso da Domenico De Rosa, CEO del Gruppo Smet (società salernitana impiegata in trasporti e logistica) e Presidente della Commissione Autostrade del Mare di Alis (Associazione Logistica dell’Intermodalità).

Porti: gli interventi su Napoli e Salerno

Il Pnrr ha previsto lo stanziamento di 380 milioni di euro da destinare ai porti di Napoli e Salerno. L’obiettivo strategico è quello di migliorare la qualità dei servizi portuali: il finanziamento delle opere già in corso darà un forte impulso al trasporto intermodale, consentendo l’attracco a navi di dimensioni sempre maggiori.

Tra le opere più urgenti individuate dal Pnrr ci sono il prolungamento della diga foranea a Napoli, i dragaggi a Salerno e l’elettrificazione delle banchine in entrambi i porti.

Ma Domenico De Rosa richiama l’attenzione sullo stato di degrado in cui versano le infrastrutture italiane:  “Un porto efficiente deve essere collegato al resto del paese da una rete infrastrutturale moderna e altrettanto efficiente – ha commentato - L’attuale situazione delle autostrade italiane è sotto gli occhi di tutti: ad oggi in Italia non abbiamo neanche un tratto autostradale libero da lavori e cantieri fantasma, con gravi limitazioni per la circolazione delle persone e delle merci. Non dobbiamo dimenticare che l’ammodernamento delle infrastrutture è la vera priorità del paese. Su questo punto auspichiamo la sospensione immediata del pedaggio autostradale, fino a quando la libera circolazione di persone e merci sarà complicata dalla costante presenza dei cantieri”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata