Vueling estende lo Iata Travel Pass verso l’Italia: 16 rotte da Barcellona entro fine luglio

lunedì 19 luglio 2021

Nell'ottica di una implementazione di soluzioni digitali che agevolino i passeggeri a viaggiare in tutto il mondo in serenità e nel rispetto delle disposizioni di ciascun Paese,
Vueling ha annunciato che tutti i passeggeri in partenza dall’hub internazionale di Barcellona El Prat diretti verso l’Italia  possono usufruire dello Iata Travel Pass.

Dopo il test pilota effettuato lo scorso maggio sul volo Barcellona-Zurigo, da questo mese il vettore spagnolo ha deciso di estendere questo strumento digitale a un totale di 32 collegamenti in partenza dall’aeroporto di Barcellona.
Tra questi, sono 16 le rotte dirette in Italia: oltre le basi strategiche di Firenze e Roma Fiumicino, anche i passeggeri che volano verso Venezia, Torino, Pisa, Palermo, Olbia, Napoli, Milano Malpensa, Genova, Catania, Cagliari, Bari, Bologna, Ancona e Alghero possono scaricare l’app mobile e salvare, oltre che gestire, i test Covid-19 con esito negativo e, dalla fine di luglio, anche il certificato di avvenuta vaccinazione.

L’app è al momento valida solo per i voli che dalla Spagna raggiungono l’Italia e non viceversa. Anche i passeggeri che da El Prat volano verso la Francia, la Germania, la Svizzera, il Belgio e la Danimarca possono scaricare e utilizzare lo Iata Travel Pass.

“Poter offrire a un numero sempre maggiore di passeggeri lo Iata Travel Pass – ha dichiarato Calum Laming, chief costumer officer di Vueling – è un grande passo per la nostra compagnia nel confermare il suo impegno nell’agevolare la mobilità tra i Paesi nel mondo con soluzioni tecnologiche altamente avanzate e all’avanguardia. Questo ampliamento a 32 voli è parte del nostro più ampio processo di digitalizzazione che contribuisce a rendere l’esperienza di viaggio ancora più semplice e sicura”.

Il funzionamento dell’app mobile è molto semplice. Sette giorni prima della partenza, la compagnia invia una e-mail personale ai passeggeri con prenotazione sul volo, invitandoli a scaricare gratuitamente l’app (disponibile per IOS e anche per Android). Concluso il download, i passeggeri possono registrarsi, inserire una loro foto scattata direttamente dal cellulare e la scansione del chip riportato sul passaporto. Chi si sottopone a test PCR presso i laboratori associati a Iata Travel Pass (Quirónprevention, EurofinsMegalab e Unilabs, a Barcellona) avrà i risultati disponibili direttamente nell’app. Il giorno della partenza, in aeroporto prima dell’imbarco, sarà sufficiente mostrare al personale Vueling l’interfaccia del proprio smartphone con le informazioni.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata