Aeroporto di Treviso nuova base Ryanair in Italia

giovedì 3 giugno 2021

Con l’apertura della base di Ryanair, l’aeroporto di Treviso riprende l’operatività dei voli commerciali, interrotta nei mesi di drastica riduzione del traffico a seguito della crisi pandemica. In un’ottica di razionale gestione del sistema aeroportuale Venezia-Treviso, la residuale attività del Canova era stata trasferita al Marco Polo, così da garantire la continuità del Gruppo. Con la stagione estiva, che per il trasporto aereo va da fine marzo a fine ottobre, anche il traffico del Canova ha iniziato una graduale ripresa, favorita dalla diffusa campagna di vaccinazione, dall’eliminazione dei 5 giorni di quarantena per chi entra in Italia da Paesi Europei e dal prossimo Green Pass europeo (1° luglio).

“Oggi è un giorno importante per l’aeroporto Canova e per il Sistema aeroportuale Venezia-Treviso, che riprende la sua completa e coordinata funzionalità operativa dopo oltre un anno di stallo del traffico – ha dichiarato Enrico Marchi, presidente del Gruppo Save –. La scelta di concentrare a Venezia i pochi voli rimasti era stata necessaria, ma nei mesi scorsi abbiamo sempre rassicurato che il Canova avrebbe riaperto quando ci sarebbero stati i passeggeri. E infatti eccoci oggi qui, insieme a Ryanair, a confermare quanto avevamo annunciato nella conferenza stampa dello scorso dicembre, dimostrando ancora una volta la serietà di una gestione attenta, rigorosa e coerente con le intenzioni espresse e la parola data. L’anno trascorso ha messo ancor più in risalto l’importanza fondamentale di un aeroporto per la mobilità e l’indotto del territorio servito, che ha chiesto a gran voce la riapertura del Canova. Con le Istituzioni, le rappresentanze del territorio, le compagnie aeree continueremo a lavorare per sviluppare lo scalo in un’ottica imprescindibile e condivisa di sostenibilità, attraverso l’adozione di soluzioni tecnologiche orientate alla riduzione dell’impatto ambientale, continuando a generare ricadute positive sull’occupazione e sull’economia dell’area”.

Complessivamente saranno 62 le destinazioni servite, di cui 48 da Ryanair e 14 da Wizzair, superiori a quelle dell’estate 2019. La compagnia britannica stazionerà di base presso l’aeroporto di Treviso due aerei e del network faranno parte destinazioni di vacanza come Chania, Malaga e Palma, capitali europee come Berlino e Parigi, nonché collegamenti nazionali con Alghero e Trapani.

“Siamo orgogliosi di aprire oggi la nostra base a Treviso, la quindicesima in Italia e la prima in Veneto per Ryanair – ha dichiarato il Ceo, Eddie Wilson –. Grazie ai nostri due aeromobili basati collegheremo Treviso con 48 destinazioni di cui 22 novità per l’estate. L’apertura della base di Treviso conferma e rafforza il nostro impegno verso il mercato italiano e contribuirà sia alla ripresa dell’economia sia al rilancio del turismo locali”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata