Documento Unico, Fai-Conftrasporto e Unasca: proroga positiva, consentirà di ottimizzare le procedure

venerdì 2 aprile 2021

"La proroga del termine per il completamento delle procedure burocratiche per il rilascio del
documento unico di circolazione e di proprietà è sicuramente un passo in avanti nella gestione amministrativa del parco automobili italiano". Questo il commento di Fai-Conftrasporto e Unasca in merito alla recente decisione del Consiglio dei Ministri di spostare al 30 giugno 2021 l'entrata in vigore della disciplina. (Qui i dettagli)

Evitato il possibile blocco delle immatricolazioni

"Ringraziamo per il lavoro svolto, in questa decisione assunta dal Consiglio dei Ministri, la presidente della commissione Trasporti alla Camera Raffaella Paita e la viceministro Teresa Bellanova, che hanno posto l'attenzione su un tema che avrebbe potuto avere ripercussioni considerevoli nel mondo dell’autotrasporto, con il possibile blocco delle immatricolazioni e dei trasferimenti di proprietà".

Fai-Conftrasporto, Unasca e Confcommercio hanno attivato da mesi un tavolo di lavoro su questioni di comune interesse; tra queste, la necessità di individuare soluzioni immediate per garantire adeguati livelli di servizio sulle attività delle revisioni dei mezzi pesanti.

"La proroga sul documento unico di circolazione e di proprietà automobilistico è importante perché consentirà di mettere a punto le procedure nei tempi necessari. Il coinvolgimento delle associazioni di categoria sarà indispensabile per individuare una soluzione in proposito".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata