Logistica: FedEx Express investe in Italia, previste 800 nuove assunzioni

lunedì 29 marzo 2021

Una serie di investimenti sul network italiano a sostegno della ripresa economica delle imprese. Lo ha annunciato FedEx Express spiegando che il programma include la volontà di assumere direttamente circa 800 lavoratori addetti al servizio di smistamento dei pacchi negli hub nazionali di Padova (dove le attività di reclutamento sono già iniziate), Ancona, Bari, Bologna, Fiano Romano, Firenze e Napoli Teverola.

Attualmente, questo tipo di attività di smistamento viene svolta da fornitori esterni all’organizzazione di FedEx, come è prassi comune nel settore.

Il cambiamento, che avviene in un periodo di grande incertezza economica in Italia, riflette la fiducia di FedEx nel mercato italiano: “Il re-engineering del network in Italia è fondamentale per garantire un servizio affidabile alla clientela ma anche per creare un ambiente di lavoro che ispiri ai nostri collaboratori in tutto il Paese fiducia e volontà di crescita”, ha spiegato Stefania Pezzetti, Presidente del Consiglio di Amministrazione di FedEx Express Italia (nella foto).

Riprogettare il network italiano per renderlo più efficiente

Il piano di investimenti include anche la riprogettazione del network italiano con l’obiettivo di renderlo più stabile ed efficiente. Nell’ambito della revisione del network, l’hub di Piacenza non svolge più un ruolo centrale nelle attività distributive: le attività di smistamento pacchi svolte presso questa struttura cessano dunque a seguito della chiusura del contratto di appalto sul sito.

La cessazione dell’attività non avrà ricadute occupazionali sul personale dell’azienda. FedEx sta inoltre dialogando con l’appaltatore per comprendere gli impatti occupazionali sui suoi dipendenti e le misure volte a ridurre o mitigarli.

Una nuova struttura a Novara per FedEx

FedEx ha inoltre commissionato lo sviluppo di una nuova struttura all’avanguardia nel Nord Italia, nei pressi di Novara, che prevediamo avvii la propria operatività nella seconda metà del 2022. Questo nuovo sito consentirà l’ampliamento della capacità e dell’efficienza del network in tutto il Paese, per soddisfare le esigenze di un mercato in rapida crescita trainato da e-commerce ed evoluzione digitale.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata