Un assistente digitale per l’ultimo miglio: parte la sperimentazione sui commerciali Volkswagen

venerdì 26 febbraio 2021

I pacchetti possono arrivare nelle mani dei consumatori in tempi velocissimi grazie a un assistente digitale che “fa compagnia” agli autisti di Volkswagen Transpoter e Volkswagen Crafter.

Tutto questo grazie a un software, parte di un progetto pilota della start-up monacense Viscopic attualmente in corso in Baviera su veicoli commerciali Volkswagen. 

Un rilevante risparmio di tempo

Ma come funziona? Il software apprende dapprima i percorsi locali poi, per le successive consegne, stabilisce un ordine logico per il carico dei pacchetti, evitando al conducente impegnative attività di ricerca e selezione lungo il tragitto.

In primo luogo permette di dividere la grande quantità di colli in piccole frazioni, ognuna delle quali entra in un contenitore per pacchi, così da ottenere un maggiore ordine e velocizzare la consegna.

Il conducente può osservare su una specifica app in quale contenitore è collocato il pacchetto destinato al cliente successivo. Sfruttando le coordinate GPS di Volkswagen Crafter, sul sistema di infotainment del van e su un palmare vengono visualizzati i contenitori che contengono i pacchetti che devono essere consegnati nelle vicinanze. In tal modo è possibile ottenere un rilevante risparmio di tempo nella ricerca dei pacchetti, una volta giunti all’indirizzo della consegna.

L’assistente digitale in fase di sperimentazione potrebbe essere una delle possibili soluzioni per ottimizzare l’ultimo miglio, visto il cambiamento che la logistica urbana sta subendo nell’ultimo periodo, con gli aumenti esponenziali degli ordini online e del delivery.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata