Infrastrutture: Autostrade per l’Italia e Politecnico di Milano insieme per accelerare i processi di digitalizzazione

martedì 29 dicembre 2020

Autostrade per l’Italia investe in ricerca e sviluppo e rende operativa la collaborazione avviata con il Politecnico di Milano. Tra i principali punti dell’accordo: tracciamento digitale dei flussi di traffico, monitoraggio delle opere in real time, intelligenza artificiale nel campo della progettazione, soluzioni green, ricerca applicata alla mobilità elettrica e sostenibile. L'intesia si completa con un piano di 2.400 assunzioni di ASPI aperto ai neo-ingegneri dell’Ateneo.

La convenzione avrà una durata di tre anni e sarà focalizzata sulla formazione del personale, ma anche sull’ideazione e lo sviluppo dei progetti strategici della società, come la Smart Mobility e le Smart Roads e l’estensione del ciclo di vita delle opere.

Il Politecnico, che investe in qualità e innovazione di didattica e ricerca sperimentale, lavorerà a stretto contatto con le aziende del gruppo ASPI allo sviluppo di progetti di trasformazione digitale correlati al tracciamento dei flussi di traffico e a sistemi rapidi di pagamento, alla cybersecurity, al monitoraggio e manutenzione predittiva delle opere infrastrutturali e all’adozione dell’intelligenza artificiale nel campo della progettazione. Le competenze scientifiche dell’istituto universitario verranno adottate anche nell’ambito dei progetti green di ASPI, dalle piattaforme di rifornimento elettrico in autostrada, all’implementazione di energia rinnovabile.

L’accordo prevede inoltre progetti di alta formazione accademica per i lavoratori del Gruppo ASPI ma anche per gli studenti universitari, coinvolti sul campo nelle attività di sviluppo operativo delle attività strategiche dell’azienda. La società, nell’ambito del piano di assunzioni di oltre 2.400 nuove risorse entro il prossimo triennio, rivolgerà la selezione anche a laureandi del Politecnico di Milano

La convenzione prevede, infine, la collaborazione sul piano tecnico-scientifico per partecipare congiuntamente a bandi di ricerca nazionali e internazionali.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata