Ferrovie: Rfi, gara da 1,5mld per l'alta velocita' Napoli-Bari. Cantieri operativi nel 2021

venerdì 13 novembre 2020

 

Un altro tassello per la realizzazione della linea alta capacità/alta veolocità Napoli-Bari di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). E ' stato pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il bando di gara per l’ultimo lotto della tratta Hirpinia – Orsara, lunga circa 28 km, per un investimento complessivo di 1,5 miliardi di euro.

Dal prossimo anno tutti i cantieri della linea AC/AV Napoli –Bari saranno operativi. Entro il 2023, con il completamento delle prime tratte (Napoli - Cancello e Cancello – Frasso), partirà il primo collegamento diretto tra Napoli e Bari con successiva estensione dell’itinerario fino a Lecce e Taranto.

La Napoli – Bari è un’opera strategica per lo sviluppo economico del Sud e dell’intero Paese. Con i suoi 6,2 miliardi di investimenti produce ricadute economiche importanti su imprese e lavoratori. A regime saranno circa 4000 le persone, tra imprese appaltatrici e indotto, ad essere impegnate nella realizzazione della nuova linea con significativi benefici per l’economia delle regioni coinvolte.

La Napoli - Bari, di cui il Gruppo FS Italiane attraverso Rete Ferroviaria Italiana è committente, è parte integrante del Corridoio ferroviario europeo TEN-T Scandinavia- Mediterraneo. Nel 2026, alla conclusione dei lavori, faciliterà gli spostamenti di persone e merci da Bari verso Napoli e Roma. Sarà possibile andare da Bari a Napoli in 2 ore e da Bari a Roma in 3 ore. Dal 2023 con la progressiva apertura delle tratte ultimate sono previste riduzioni al confronto degli attuali tempi di viaggio.

Ecco i numeri della linea:

Linea a doppio binario da realizzare: 121 km

Nuove gallerie: 9 (lunghezza complessiva 63 km)

Nuovi viadotti: 25 (lunghezza complessiva 11,7 km)

Nuove stazioni: 14

Velocità massima consentita: 250 km/h

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata