Trasporto pubblico Torino: nella primavera 2021 in servizio i primi 50 bus elettrici

giovedì 8 ottobre 2020

Il Comune di Torino ha approvato le modalità di erogazione a GTT dei quasi 31 milioni di euro assegnati dal Governo alla Città di Torino lo scorso mese di aprile: 11 milioni e 500mila euro entro la fine di quest’anno, gli altri tra il 2021 e il 2023.

Parte di un piano più ampio che prevede, nel quinquennio 2019-2023, lo stanziamento da parte del ministero dei Trasporti di 398 milioni di euro a favore di 38 Comuni italiani che nel biennio 2018-2019 hanno registrato i più alti livelli di inquinamento PM10 e biossido di azoto, queste risorse saranno utilizzate per l’acquisto dei 100 nuovi autobus ad alimentazione elettrica e per la realizzazione delle infrastrutture di ricarica presso i depositi del Gerbido, Nizza e San Paolo.

Il valore complessivo del contratto per la fornitura dei veicoli è di 72 milioni di euro. La procedura di gara non si è ancora conclusa: GTT sta esaminando i documenti e procederà appena possibile ad assegnare la commessa. Come definito dall'accordo quadro e se tutto andrà secondo le attuali previsioni e non ci sarà necessità di approfondimenti procedurali, i primi 50 autobus potranno circolare già nella primavera del 2021.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata