Camion: manomette il cronotachigrafo, sospesa la patente all'autista

giovedì 4 giugno 2020

 

Aveva manomesso il cronotachigrafo digitale del mezzo per continuare a viaggiare anche oltre i limiti delle ore di guida giornaliere consentite dal codice della strada. Un conducente è stato scoperto e smascherato dalla Polizia Stradale di Altedo, nel Bolognese.

Un 60enne napoletano, è stato fermato per controlli lungo la A13, nel tratto fra Ferrara e Bologna. La Polstrada ha utilizzato uno strumento, il Police Controller, che consente di analizzare i dati di viaggio dei camion e di scovare eventuali manomissioni. Ricevuti i dati della cosiddetta 'scatola nera' dell'autoarticolato, gli agenti hanno scoperto diverse anomalie e in breve, dopo un ulteriore controllo in officina, è stato trovato un circuito elettronico miniaturizzato e telecomandabile a distanza, installato all'interno del sensore di rilevazione dei dati del cronotachigrafo digitale posizionato sulla scatola del cambio.

Si tratta di un sistema più sofisticato del magnete, usato in passato da alcuni camionisti per tentare di alterare i parametri di viaggio. Oltre a questo, sul mezzo era stato manomesso anche il limitatore delle emissioni di gas nocivi.

Sono così scattati la sospensione della patente e una serie di contravvenzioni per un totale di circa 4000 euro. Si tratta del secondo caso in poco più di un mese scoperto dalla Polstrada di Altedo nei controlli sulla A13.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata