Trasporto pubblico: dal 4 giugno Simet Bus ritorna su strada in sicurezza

lunedì 1 giugno 2020 13:21:07

Simet Bus torna su strada in sicurezza dal 4 giugno prossimo e investe nella formazione del personale.  

L’azienda calabrese dei trasporti a lunga percorrenza ha deciso di riprendere con gradualità i suoi percorsi, basandosi su un modello di esercizio snello e graduale vista ancora l’epidemia in atto: alla ripresa saranno garantite circa 70 linee nel Belpaese.

I collegamenti attivati sono per Roma e per il nord Italia andando a servire in ambo le direzioni: Crotone, Cirò Marina, Cariati, Mirto, Rossano Corigliano, Sibari, Spezzano Scalo, Tarsia, Cosenza, San Giovanni in Fiore, Castrovillari, Lauria, Sala Consiliana, Sapri, Policastro, Scario, Roccagloriosa, Palinuro, Vallo della Lucania, Vallo scalo, Agropoli, Capaccio, Eboli, Roma, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma, Milano, Torino.

Gli autobus a due piani avranno, salvo nuove circolari ministeriali, una capienza massima di 34 persone (55% in meno rispetto ad un autobus di linea normale). In esercizio rimarrà solo la metà dei bus rossi calabresi. Tra le misure di prevenzione, la sanificazione dei mezzi alla fine di ogni corsa e la misurazione della temperatura ai passeggeri al check-in

L’impegno di Simet Bus nella nella al Covid-19 

"Abbiamo reagito alla pandemia e investito nella formazione del nostro personale scommettendo sulla ripresa - commenta Daniele Smurra, direttore commerciale Simet Bus -. Ora aspettiamo con fiducia una risposta dall'Esecutivo. Questo anche considerando che noi di Simet, ad esempio, siamo un bacino di lavoro per una regione, la Calabria, ancora in seria difficoltà economica. E anche che, grazie ai nostri collegamenti che integrano gli altri tipi di trasporto, riusciamo ad essere un importante volano economico e sociale per il Mezzogiorno d’Italia".

Tra le richieste più 'cogenti' avanzate al Governo: niente Iva sui ricavi e i biglietti e l’azzeramento dei costi sostenuti per i pedaggi autostradali. Ultima richiesta per una veloce ripartenza è l’aumento del coefficiente per il rimborso delle accise sul carburante.  L’azienda confida inoltre nell’istituzione di un fondo straordinario dedicato esclusivamente alle linee commerciali e al settore noleggio autobus, “settori nevralgici – continua - che hanno subito forti ripercussioni per il fermo delle attività, il maggior rischio è la scomparsa di molte aziende e soprattutto della rete”.

“Abbiamo predisposto i nostri autobus – spiega Smurra parlando di sicurezza - e fornito i nostri autisti di tutto il materiale e i dispositivi sanitari affinché si possa ritornare a viaggiare con serenità. Come azienda inoltre, abbiamo voluto investire, nonostante i mancati incassi, nella formazione del personale viaggiante che a rotazione dedicherà tre ore a settimana alle normative in vigore, per gestire nel meglio le regole di sicurezza”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Città/Tpl

Altri articoli della stessa categoria

Regione Toscana: via alle richieste di “compensazione” per abbonamenti del trasporto pubblico non utilizzati nel lockdown

mercoledì 5 agosto 2020 11:43:01
La Regione Toscana ha stabilito tempi e modalità per chiedere alle aziende di trasporto che effettuano servizio pubblico il prolungamento dei tempi...

Regione Lazio: approvate linee guida per il trasporto pubblico in sicurezza da settembre

martedì 4 agosto 2020 17:55:44
La Regione Lazio ha approvato le nuove linee guida per il trasporto pubblico extra urbano, in ottemperanza delle direttive governative in materia di...

Eni-Asstra: alleanza per promuovere un trasporto pubblico sempre più sostenibile e all'insegna della decarbonizzazione

martedì 4 agosto 2020 18:14:08
Costruire un'allenaza tra produzione energetica e servizi di trasporto pubblico locale per spingere l’acceleratore sulla mobilità sostenibile...

“Le stazioni ferroviarie come HUB della mobilità”: nuovo evento della IV Conferenza nazionale sulla Sharing Mobility

lunedì 3 agosto 2020 11:01:55
Cambiare la prospettiva da cui guardare le stazioni ferroviarie, sempre di più un punto strategico nelle città, un nodo per l’integrazione...

La rivincita della bicicletta dopo il lockdown: per gli italiani è smart, ecologica e funzionale

venerdì 31 luglio 2020 10:29:04
È cambiata la percezione della bicicletta dopo il Lockdown. Lo rivela un sondaggio di Wilier Triestina, produttrice di biciclette sportive di alto...