Smart Roads: innovazioni SMA Road Safety per una guida sicura e interconnessa

lunedì 30 marzo 2020

La Smart Roads diventa sempre più realtà. Il Decreto Ministeriale n.168, denominato Smart Roads, ha proprio l’obiettivo di sviluppare infrastrutture stradali più sicure, promuovendo lo scambio di informazioni tra il conducente del veicolo e i dispositivi installati su strada. L’interconnessione continua consentirà una notevole riduzione degli incidenti e accelererà al contempo le procedure di soccorso.

L’Italia che si innova

L’Italia vanta una delle aziende più apprezzate del settore, SMA Road Safety, dai cui stabilimenti produttivi di Marcianise sono usciti attenuatori d’urto e barriere laterali impiegate in progetti di grande rilevanza come l’Eurasia Tunnel di Istanbul o sul ponte che attraversa la baia del Kuwait, 4° al mondo per lunghezza.

Tra i prodotti di punta dell’azienda Andromeda, la prima barriera laterale/spartitraffico interattiva. Certificata secondo Normativa Europea EN 1317 e presto anche secondo lo standard Americano MASH, si tratta della prima barriera longitudinale fornita già assemblata e cablata in moduli di 6 o 12 metri lineari che richiedono il solo ancoraggio al suolo, garantendo procedure e tempistiche di messa in opera – ma anche di sostituzione - estremamente ridotte. Il sistema di illuminazione integrato in Andromeda migliora inoltre la guida notturna o in caso di scarsa visibilità dovuta alla nebbia. Grazie a particolari sensori, il sistema è capace di allertare autonomamente e in tempo reale i soccorsi mostrando la posizione esatta dell’incidente, al contempo avvisando anche gli automobilisti diversi km prima che raggiungano il luogo dello scontro.

Gli attenuatori ed i terminali di barriera prodotti da SMA sono dotati di un tag NFC che collegandosi agli smartphone tramite apposita App, da un lato guida gli operatori nelle fasi di installazione e manutenzione, e dall’altro permette al Gestore o Concessionario di gestire l’inventario dei prodotti installati sul proprio tratto stradale.

Segue “Geronimo”, il sistema di monitoraggio prodotto e brevettato da SMA che in caso di impatto contro la barriera cattura il video dell’incidente, registra la targa del veicolo e allerta immediatamente i soccorsi.

Ultimi nati in casa SMA sono Ermes e Taurus. Il primo è un dispositivo di ritenuta redirettivo ideato per proteggere la parte terminale di guardrail e barriere spartitraffico, e che grazie a brevetto esclusivo consente il corretto assorbimento dell’urto senza creare ingombri sulla carreggiata. Taurus è invece il primo attenuatore d’urto redirettivo appositamente ideato per rendere più sicuri i cantieri stradali. Consente infatti di proteggere i New Jersey temporaneamente disposti lungo la carreggiata durante i lavori in corso.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata