Volcex 2019: presentati i risultati

venerdì 24 gennaio 2020 14:01:41

Si è svolto la scorsa settimana, a Roma, il meeting per la verifica degli esiti dell’esercitazione Icao VOLCEX 19, che si è tenuta il 20 novembre scorso. Si tratta di esercitazioni annuali di Crisis Management Icao che vedono coinvolti gli Stati membri dell’Organizzazione che rientrano nell’area ECAC (European Civil Aviation Conference). L’esercitazione del 20 novembre scorso prevedeva la simulazione di un’eruzione esplosiva del vulcano Vesuvio, dalla durata di tre giorni, con una contaminazione da ceneri vulcaniche di grande estensione, tale da interessare l’intero spazio aereo dell’area mediterranea europea e, parzialmente, del Nord- Africa e del Medio Oriente.
Durante l’esercitazione è stata verificata l’aderenza delle procedure nazionali di contingency all’EUR/NAT Volcanic Ash Contingency Plan per la corretta produzione, gestione e divulgazione della messaggistica Icao relativa alle ceneri vulcaniche. Per questa esercitazione, l’Italia ha svolto il ruolo di Paese organizzatore e l’Enac, in stretta collaborazione con l’Aeronautica Militare e l’Enav, ha ricoperto il ruolo di Exercise Leader, assicurando il coordinamento delle strutture nazionali e internazionali coinvolte (Air Navigation Service Providers, Meteorological Watch Office, Notam Office), con l’European Aviation Crisis Coordination Cell (EACCC) e l’Aircraft Operator Crisis Coordination Cell (AOCCC) di Eurocontrol.
Hanno partecipato all’incontro della scorsa settimana 59 delegati internazionali di 22 Paesi (Albania, Croazia, Federazione Russa, Francia, Finlandia, Germania, Islanda, Italia, Lituania, Malta, Norvegia, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d’America, Svezia, Turchia) e di 5 organizzazioni internazionali (Commissione Europea, Eurocontrol, Icao, Iata, Ifalpa) oltre a rappresentanti di Istituti di Ricerca (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia –INGV Osservatorio Vesuviano) e di compagnie aeree.
L’Esercitazione VOLCEX 20 del 17 novembre 2020, celebrativa dei 10 anni dall’eruzione del vulcano islandese dell’Eyjafjallajökull sarà organizzata dall’Islanda e quella del 2021 dalla Spagna. L’Italia ha manifestato alla delegazione spagnola la disponibilità, attraverso l’Enac, di offrire il proprio supporto per lo sviluppo delle attività organizzative e tecniche collegate all’esercitazione.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Istituzioni

Altri articoli della stessa categoria

Crisi Covid-19: dichiarazione congiunta dell’industria dell’aviazione europea

martedì 7 aprile 2020 16:20:10
Le associazioni degli stakeholder che rappresentano l'industria aeronautica del Vecchio Continente si uniscono per invitare l'Unione europea, istituzioni e...

ECAC: Alessio Quaranta nominato responsabile economico per emergenza Covid-19

venerdì 27 marzo 2020 11:48:36
Il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta, è stato nominato responsabile europeo della gestione delle iniziative economiche relative al...

ASI: bando da 2,5 milioni di euro per tecnologie spaziali per fronteggiare l’emergenza

giovedì 26 marzo 2020 17:13:55
L’aiuto a fronteggiare l’emergenza Coronavirus può arrivare anche dallo spazio. Per questo l’Agenzia Spaziale Italiana, in accordo con...

Icao: sostenere l’aviazione per una ripresa economica dopo l’emergenza

mercoledì 25 marzo 2020 13:03:30
L’Icao ha esortato gli Stati, le organizzazioni internazionali e le istituzioni finanziarie a considerare l’importanza dell’aviazione civile...

MIT: aeroporti chiusi fino al 3 aprile

mercoledì 25 marzo 2020 14:32:16
La chiusura degli aeroporti è prorogata fino al 3 aprile, in applicazione di un Decreto del 24 marzo emanato dal ministro delle Infrastrutture e dei...