Grimaldi, la Grande Mirafiori entra a far parte della flotta e potenzia il servizio Mediterraneo-Nord America

martedì 17 settembre 2019

La nave Pure Car & Truck Carrier Grande Mirafiori entra a far parte della flotta del Gruppo Grimaldi. Andrà a potenziare ulteriormente il collegamento ro/ro settimanale operato tra il Mediterraneo e il Nord America (Canada, Stati Uniti e Messico), insieme alle già operative Grande Torino, Grande Halifax, Grande Baltimora e Grande New York.

Consegnata lo scorso 12 settembre al Gruppo Grimaldi presso il cantiere Yangfan di Zhoushan, è la seconda di sette unità gemelle commissionate dal gruppo partenopeo al cantiere cinese. 

“Con la consegna della Grande Mirafiori, la nostra flotta si arricchisce di una nuova PCTC tra le più grandi, innovative ed ecosostenibili al mondo”, ha commentato l’amministratore delegato del Gruppo Emanuele Grimaldi. “Il nome di questa unità richiama lo storico stabilimento Fiat, che proprio quest’anno ha compiuto 80 anni. Onoriamo così la lunga e fruttuosa partnership che ci lega da ormai mezzo secolo a una delle più importanti case automobilistiche al mondo”.

Grande Mirafiori

La nave ha una lunghezza di 199,90 metri, una larghezza di 36,45 metri, una stazza lorda di 65.255 tonnellate e una velocità di crociera di 19 nodi.  È tra le Pure Car & Truck Carrier più grandi sul mercato: può, infatti, trasportare circa 7.600 CEU (Car Equivalent Unit) o in alternativa 5.400 metri lineari di merce rotabile e 2.737 CEU. Con i suoi quattro ponti mobili può imbarcare qualsiasi tipo di carico rotabile (camion, trattori, autobus, scavatrici, ecc.) fino a 5,3 metri di altezza. Inoltre, la nave è dotata di due rampe d’accesso, una laterale ed una di poppa, quest’ultima in grado caricare unità di carico fino a 150 tonnellate di peso.

Dal punto di vista ambientale, la Grande Mirafiori è una nave altamente efficiente. È dotata di un motore Man Energy Solutions a controllo elettronico, come richiesto dalle nuove normative per la riduzione delle emissioni di ossido di azoto (NOx), nonché di un sistema di depurazione dei gas di scarico per l'abbattimento delle emissioni di ossido di zolfo (SOx). Infine, rispetta le più recenti normative in termini di trattamento delle acque di zavorra.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata