Settore crocieristico, al Gruppo Onorato il controllo della Porto 2000 di Livorno

giovedì 2 maggio 2019

Prosegue il piano di sviluppo del Gruppo Moby. La Porto 2000 di Livorno, tra i maggiori terminal operator delle crociere nel Mediterraneo, diventa una società a maggioranza privata.

La Livorno Terminals, società controllata a maggioranza dal Gruppo Onorato e partecipata da MSC, acquista il 66% del suo capitale, il 34% resta in quote paritetiche alla Camera di Commercio di Livorno e all’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

L’operazione conferma l’accelerazione in atto nei piani di sviluppo del Gruppo Onorato sia nel settore portuale (è recente il protocollo d’intesa firmato in joint con il gruppo ARS Altmann per la realizzazione a Piombino di un mega hub per la logistica delle auto nuove), sia nel campo marittimo, sia in tema di alleanze.

Al timone di Livorno 2000 con la carica di presidente sarà chiamato Matteo Savelli, già amministratore delegato di Toremar e quindi in rappresentanza dell’azionista di maggioranza: la Livorno Terminals è infatti controllata al 60% da Sinergest la società del Gruppo Onorato che gestisce il terminal passeggeri di Olbia, al 10% da LTM (sempre Gruppo Onorato) e al 5% da Moby, mentre Marinvest (MSC) detiene il 25%.

“Prima di tutto è per me un grande onore ottenere una volta di più una così palese manifestazione di fiducia da parte della famiglia Onorato – ha affermato Matteo Savelli – per altro in una società che richiederà da subito un grande impegno di rinnovamento per giocare davvero il ruolo di testa di ponte della Toscana sul mercato crocieristico e del turismo internazionale”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata