Conftrasporto, Uggè: tra Via della Seta e Tav legame pericoloso

lunedì 18 marzo 2019 19:25:38

Tra la Via della Seta che vede protagonista la Cina e la via dell’alta velocità che vede al centro la questione Tav ci sarebbe un legame pericoloso: a sostenerlo è il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè che chiede un intervento istituzionale al presidente Sergio Mattarella.

Il vice della confederazione afferma che la Tav non solo sia strumentale ad arginare la possibile egemonia asiatica, ma che "possa essere addirittura la Cina stessa a orientarne e favorirne la realizzazione. Mentre l’Italia temporeggia, alla fine sarà la Cina a premere per la Tav. Se si consente alla Cina una sorta di invasione e poi non si rafforzano le vie d’uscita dal Paese, non è difficile pensare alle  conseguenze: i prodotti cinesi resteranno nel nostro mercato sostituendo il made in Italy - dichiara Uggè - L’altra ipotesi è che sarà la stessa Cina a premere per la realizzazione della Tav.”.

Il rischio, d’altronde, è legato alla possibilità di controllo infrastrutturale: “Se, per la superficialità della gran parte dei politici italiani, Pechino otterrà anche il controllo delle infrastrutture strategiche, in particolare di alcuni porti, per il sistema Italia i tempi saranno ancor più bui - continua Uggè - Non si dimentichi che siamo in presenza di un’azione a tenaglia che prevede “l’invasione” del continente europeo sia dal nord, sia attraverso l’hub cinese del Pireo, che potrebbe rafforzarsi per il possibile collegamento con una linea ferroviaria balcanica, che per i porti liguri, il tutto valutando l’ipotesi, non poi così remota, di un possibile passaggio al Polo Nord dove i ghiacci si stanno sciogliendo. La Tav è quindi funzionale a questi obiettivi".

Per Conftrasporto-Confcommercio dunque, ottenute le vie d’accesso ai mercati europei, la Cina starebbe libera di scegliere la strada più conveniente e questo legittima le preoccupazioni di chi chiede garanzie precise a un Paese, la Cina, pronto a sottoscrivere impegni sull’ambiente, sulle regole sociali e sulla libertà dei mercati, senza però garantirne la piena attuazione.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Infrastrutture

Altri articoli della stessa categoria

Aeroporto di Salerno: arriva la firma del Mit per il rilancio

lunedì 20 maggio 2019 15:00:54
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dà nuovo impulso alle infrastrutture campane con la firma del decreto di concessione totale di...

Autostrade, dati Aiscat: record di transiti per l’A35 Brebemi, +20 per cento nel 2018

venerdì 17 maggio 2019 14:47:47
Crescita record del traffico sulla A35 Brebemi, il collegamento autostradale direttissimo tra Brescia e Milano attivo dal 2014. In base ai dati pubblicati...

Camion: in autostrada traffico in crescita del 2,3% per i veicoli pesanti

giovedì 16 maggio 2019 10:55:36
Il traffico di veicoli pesanti in autostrada nel 2018 è cresciuto del 2,3% rispetto al 2017. Sempre nel 2018 il traffico di veicoli leggeri in...

Mobilità sostenibile, a Cagliari il Sud si mette in gioco per uno sviluppo economico sostenibile e dinamico

lunedì 13 maggio 2019 12:21:09
A Cagliari 150 tra esperti, imprese e Istituzioni a confronto sul tema della mobilità sostenibile. L’evento “Mobilità sostenibile:...

Il Traforo del Gran Sasso rischia di chiudere il 19 maggio

lunedì 13 maggio 2019 19:14:33
Il traforo del Gran Sasso a rischio chiusura. Dal 19 maggio l'Italia potrebbe essere spezzata in due: è in questa data infatti che Strada dei Parch...