Via della Seta: Merlo (Federlogistica-Conftrasporto), non perdiamo risorse europee per cercarle in Cina

venerdì 15 marzo 2019 20:50:43

Cina e Nuova via della Seta: la strategia per il miglioramento dei collegamenti commerciali della potenza asiatica al centro dell’attuale dibattito pubblico coinvolge anche il Presidente di Federlogistica-Conftrasporto Luigi Merlo.

In risposta ai sostenitori più strenui del progetto, Merlo pone in evidenza il pericolo di parziale cessione di sovranità dell’Italia nell’adesione all’iniziativa. “Giustificare il teorico traffico marittimo  crescente  da e per il far est per motivare l’adesione dell’Italia alla Via della Seta è una pericolosissima semplificazione, a tratti una vera e propria mistificazione. Se fosse vera questa tesi, ogni grande nazione dovrebbe gestire un porto o la ferrovia nei Paesi  con cui commercia - ha dichiarato Merlo - Non si capisce per quale motivo l’unica condizione per incrementare i traffici con la Cina dovrebbe essere quella di cedere pezzi di sovranità del nostro Paese. Regole comuni, libero scambio, accordi doganali, reciprocità, lotta alla contraffazione, infrastrutture adeguate: questo dovrebbe favorire gli scambi indipendente da chi gestisce le infrastrutture”.

Il Presidente di Federlogistica sottolinea inoltre il rischio di perdere risorse europee in luogo di nuove da cercare all’Est: “Paradossale che mentre l’Italia rischia di perdere quelle europee per la Tav, cerchi risorse dalla Cina per altre opere, ed è altrettanto assurdo che, mentre l’Unione europea sta mettendo in discussione l’assetto della portualità italiana rispetto al complesso tema dei aiuti di Stato, si impedisca a una nazione di investire nelle proprie infrastrutture consentendo invece di farlo a un’altra nazione.”

Secondo Merlo il pericolo, soprattutto in proiezione futura, è serio: “Se si completasse il disegno di Pechino, nell’arco di 10-15 anni si rischierebbe di veder dipendere da un unico Paese il 70% delle principali infrastrutture strategiche mondiali”.
“L’Italia dovrebbe evitare di perseverare in una discussione politica provinciale, e iniziare a porsi seri interrogativi. Negli ultimi giorni questo è ciò che sta succedendo. Speriamo - ha auspicato in conclusione Merlo - che gli atti del governo ne tengano conto”.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Logistica

Altri articoli della stessa categoria

Amazon, nuovo deposito di smistamento in zona Settecamini a Roma: previste 115 assunzioni

venerdì 19 aprile 2019 17:58:09
In arrivo, dopo l’ultima inaugurazione ad Arzano (NA), un nuovo deposito di smistamento italiano per Amazon. Il polo sorgerà a Roma in zona...

Roma: logistica e digitalizzazione al centro del convegno Supply Chain Innovation-Focus: Delivery

martedì 16 aprile 2019 16:33:42
“Supply Chain Innovation – Focus: Delivery”. Questo il nome del convegno che ha avuto luogo a Roma, organizzato dalla Italy Roundtable CSCMP...

FM Logistic avvia la costruzione di un polo logistico da 30 milioni di dollari

lunedì 15 aprile 2019 10:44:21
FM Logistic ha dato il via ai lavori per la costruzione di un polo logistico da 30 milioni di dollari che sorgerà a Bac Ninh, a 20 km da Hanoi, con...

Amazon, avanzano i lavori del polo logistico di Torrazza Piemonte. Attivo dalla prossima estate

giovedì 11 aprile 2019 15:30:11
Quasi pronto il polo logistico di Amazon a Torrazza Piemonte, in provincia di Torino. È quanto emerso dalla presentazione dello stato dei lavori cui...

Fm Logistic e Yves Rocher, gestiti più di 856mila ordini in un anno

lunedì 8 aprile 2019 15:15:34
Gestiti oltre 856mila ordini in un anno. Sono i numeri della partnership tra da FM Logistic, gruppo attivo nel settore dello stoccaggio, del trasporto e del...