Camion: l'impegno di Volvo Trucks per lo sviluppo di un trasporto più sostenibile

martedì 19 febbraio 2019 19:15:03

Il 18 febbraio, l'Ue ha raggiunto la decisione di regolamentare le emissioni di CO2 dei veicoli pesanti. Il nuovo regolamento si applica ai veicoli prodotti e immatricolati nel o dopo il 2019.
L'Ue ha stabilito che le emissioni medie devono essere ridotte del 15% a partire dal 2025 e del 30% a partire dal 2030 (rispetto ai valori del 2019): i livelli di riduzione si riferiscono alle emissioni medie dei veicoli prodotti dai rispettivi produttori rispetto alla media del settore nel 2019.
Il traffico stradale di veicoli pesanti rappresenta quasi il 5% delle emissioni totali di gas serra nell'UE.

Per velocizzare lo sviluppo, Volvo Trucks continua a investire in soluzioni di trasporto più rispettose del clima. Ma sono necessarie ulteriori misure per stimolare la domanda di veicoli con basse emissioni di CO2.
"Ridurre le emissioni dei veicoli pesanti è un fattore incredibilmente importante ed è fondamentale per le nostre iniziative di trasporto sostenibile. In Volvo Trucks, siamo ben organizzati per affrontare questa sfida. È naturale che l'UE introduca ora limiti alle emissioni di CO2. Al fine di velocizzare questa transizione, tuttavia, vorremmo anche vedere incentivi finanziari più consistenti per i clienti che per primi scelgono veicoli più rispettosi del clima", ha dichiarato Roger Alm, Presidente di Volvo Trucks.

I veicoli elettrici possono contribuire a ridurre le emissioni di CO2. Volvo Trucks ha lanciato i suoi primi modelli con propulsori elettrici nel 2018 e inizierà la produzione in serie quest'anno.
"Siamo arrivati al punto in cui la tecnologia sarà presto pronta per le più svariate applicazioni nel trasporto pesante. Se la domanda verrà stimolata e la nuova rete di infrastrutture di ricarica ampliata, il volume sarà anche in grado di aumentare a un ritmo più veloce di quello che sarebbe normalmente possibile", ha dichiarato Lars Mårtensson, direttore Environment and Innovation di Volvo Trucks.

Altre soluzioni includono gas naturale e biogas. Utilizzare un Volvo FH LNG riduce le emissioni di CO2 di circa il 20% rispetto al diesel. Con il biogas, le emissioni tank-to-wheel (ossia nell’esercizio operativo del veicolo) possono essere ridotte del 100 percento.
Allo stesso tempo, Volvo Trucks sta continuando a sviluppare i veicoli diesel che attualmente costituiscono la maggioranza assoluta delle sue vendite. Dall'inizio degli anni '90, il consumo di carburante e le emissioni di CO2 di un tipico camion Volvo per lungo raggio sono diminuite di circa il 20%, e vi è ancora margine di miglioramento con catene cinematiche più efficienti, minore resistenza al rotolamento e una migliore aerodinamica. Ogni veicolo deve essere ottimizzato per il suo specifico utilizzo di trasporto.

Sebbene i limiti di emissione imposti dall'UE stabiliscano un calendario chiaro per i produttori di veicoli, l'obiettivo - migliorare l'efficienza dei consumi e ridurre l'impatto ambientale - è da tempo una priorità assoluta per il settore, anche perché la voce consumo di carburante è pari a circa un terzo dei costi per un'azienda di trasporto.
"La nostra ambizione è sempre stata quella di essere in grado di offrire ai nostri clienti una soluzione completa ed efficiente dal punto di vista energetico per ogni specifica attività di trasporto ", ha dichiarato Lars Mårtensson.

Tra i clienti Volvo Trucks, così come per molti nel settore dei servizi di trasporto, c'è un grande interesse a rendere i trasporti più ecosostenibili. Aumentare i sussidi e le agevolazioni fiscali per coloro che scelgono di investire in tecnologie efficienti sotto il profilo ambientale farebbe una grande differenza.
"Le nuove tecnologie che contribuiscono a ridurre le emissioni di CO2 devono essere in grado di essere commercializzate rapidamente. Il rapido monitoraggio del processo di revisione e certificazione da parte delle autorità accelererebbe l'introduzione di nuove innovazioni nel settore dei trasporti ".

Il quadro attuale UE copre le emissioni dei veicoli reali, ma Volvo Trucks adotta un approccio più ampio alla questione. "Se tutti i soggetti del sistema di trasporto lavorassero insieme con lo stesso obiettivo, potremmo ridurre molto di più l'impatto ambientale. Una migliore logistica, un maggiore accesso ai biocarburanti, una formazione efficiente per i conducenti, rimorchi aerodinamici, migliori standard stradali e maggiori opportunità di utilizzare veicoli ad alta capacità di carico sono solo alcuni dei modi in cui altri soggetti possono contribuire ", ha affermato Lars Mårtensson.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Autotrasporto

Altri articoli della stessa categoria

Carta di qualificazione del conducente: ecco le nuove istruzioni dal Mit

lunedì 24 giugno 2019 10:36:37
Novità per i corsi di qualificazione iniziale e formazione periodica per il conseguimento della Carta di Qualificazione del Conducente (CQC). Il...

Brennero: nuove limitazioni per i camion. Unioncamere lancia l'allarme

mercoledì 19 giugno 2019 13:10:14
In arrivo limitazioni al traffico delle merci italiane diretto verso l’Austria, la Germania e i Paesi del Nord Europa. Il 1° agosto, infatt...

Trasporto sostenibile tra realtà e prospettive al centro dell'incontro di Confcommercio e Conftrasporto

martedì 18 giugno 2019 14:51:36
Il tema del trasporto sostenibile è stato al centro dell'incontro che si è svolto quetsa mattina a Roma, organizzato da Confcommercio e...

Uggè: il Tirolo schiera l'esercito per fermare le auto, schiaffo alla libera circolazione

venerdì 14 giugno 2019 09:55:42
Nuovi "dosaggi" per la circolazione delle merci e delle persone da parte dell'Austria. Secondo Conftrasporto-Confcommercio sarebbe in arrivo un nuovo...

Camion e bus: da domani obbligatorio il tachigrafo digitale intelligente sui nuovi veicoli

venerdì 14 giugno 2019 15:30:33
Da domani, 15 giugno, su autocarri e autobus immatricolati per la prima volta nell'UE dovrà essere installato un tachigrafo digitale intelligent...