Mit-Rfi: Gentile, il programma 2017-2018 punterà sulla logistica e il turismo

martedì 2 ottobre 2018 17:13:12

Tra le priorità del contratto di programma 2017-2021 tra il Mit e Rfi c'è il settore del trasporto merci, quindi la logistica, e anche il turismo, senza dimenticare l'ambiente. Ne parla l'amministratore delegato di Rete ferroviaria italiana, Maurizio Gentile, in audizione alla commissione Trasporti della Camera, nell'ambito dell'esame dello schema di contratto di programma 2017-2021 - Parte investimenti tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Rfi. Tra le "priorità", spiega Gentile, ci sono "le grandi sfide del mondo dei trasporti, come la logistica, che e' fonte di aumento o riduzione dei costi dei sistemi industriali".  Quindi la logistica "va supportata con sistemi utili".

Poi c'è "il turismo", prosegue l'ad di Rete ferroviaria italiana. Infatti ci sono "masse sempre più importanti che si muovono", e "lo sviluppo della Cina e dell'Oriente ci propone un nuovo mondo di persone che vogliono viaggiare, e l'Italia per fortuna e' un punto di attrazione", quindi "le infrastrutture ne devono tener conto in modo adeguato". Oltre al tema dei "finanziamenti, che sono scarsi", per cui nella scelta degli impegni "la priorità che ci diamo è importantissima", prosegue Gentile, c'è "la tutela dell'ambiente e il sistema ferroviario è notoriamente meno impattante in termini di esercizio" della gomma o dell'aereo. Tutto cio' viene affrontato "con un approccio in termini integrati - conclude l'ad Rfi - non in una competizione tra sistemi di trasporto ma con una cooperazione competitiva, non piu bracci di ferro ma mani che si stringono, perche' non c'e' piu solo un modo di viaggiare".

"Triplicare l'alta velocità entro il 2050 è un indirizzo strategico dato da dall'Europa, poi sono i singoli Stati che decidono. Il mio parere sull'alta velocità in Italia è che quello che abbiamo in progetto è l'av italiana, il resto è una velocizzazione complessiva del sistema. Napoli-Milano e Torino-Venezia a mio avviso esaurisce la necessità di collegamento dei grandi centri urbani in Italia. Il resto può essere realizzazione mediante una importante velocizzazione dei collegamenti. Se noi prendessimo Roma come città di riferimento oggi si va da Torino a Roma in 4 ore e mezza. Velocizzando, senza realizzare l'alta velocità, si andrà tra qualche anno da Reggio Calabria a Roma in 4 ore e mezza. Quindi si avrà una equidistanza dei due poli da Roma", ha aggiunto Gentile precisando che "il mio è un ragionamento tecnico, poi le scelte politiche le fate voi".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi anche

Leggi gli altri articoli della categoria: Treno

Altri articoli della stessa categoria

Trenord: dal 3 giugno servizio ferroviario torna al 100% della disponibilità

lunedì 1 giugno 2020 15:41:24
Da mercoledì 3 giugno il servizio ferroviario della Lombardia tornerà al 100% dell’operativo del periodo pre-Covid. Ogni giorno feriale i...

Trenitalia: disponibili primi biglietti dell’orario estivo

lunedì 1 giugno 2020 16:13:05
Il 3 giugno, con il via libera agli spostamenti tra regioni, Trenitalia inaugura un ulteriore step della Fase 2: diventano 80 le Frecce (6 in più a...

Trenitalia: consegnati primi due treni Rock alla Regione Toscana

venerdì 29 maggio 2020 16:41:57
Arrivano in Toscana i primi due treni Rock per il rinnovo della flotta regionale: fanno parte della fornitura di 100 nuovi convogli previsti nel Contratto di...

Trenitalia: continua l'aumento di passeggeri in attesa degli spostamenti tra regioni

mercoledì 27 maggio 2020 13:27:40
L’ultima settimana di maggio sta registrando un incremento di viaggiatori sulle corse regionali di Trenitalia, arrivate a trasportare circa 340mila...

Emilia Romagna: da oggi in circolazione sulla Pontremolese i treni Pop

lunedì 25 maggio 2020 18:35:51
In servizio da oggi sulla linea ferroviaria Pontremolese, due nuovi treni Pop, convogli di nuova generazione, che vanno a sostituire vecchi mezzi ancora in...