Sciopero logistica italiana: Giachino (FI), scrive al ministro Delrio

mercoledì 25 ottobre 2017

"Convocare le parti per evitare uno sciopero che ci metterebbe in difficoltà proprio nel momento in cui i traffici si stanno riprendendo e darebbe un bel colpo all'economia italiana". Questo è la richiesta contenuta della missiva che il responsabile nazionale di Forza Italia, Bartolomeo Giachino, ha inviato al ministro Graziano Delrio.

"Caro Ministro - si legge nella lettera - Mi auguro tu conosca la situazione del trasporto su gomma che a causa di posizioni sindacali diverse tra la parte padronale e gli autisti rischia di bloccare i trasporti a partire dai porti. La cosa sarebbe grave e autolesionistica nel momento in cui i traffici stanno aumentando e il sistema Italia darebbe un pessimo segnale  a chi decide di fare arrivare la merce ai nostri Porti. Invece di recuperare quei 5-6 miliardi di PIL che perdiamo perché una parte delle importazioni alcune aziende italiane le fanno arrivare a Rotterdam e Anversa, ne perderemmo un’altra parte. La fatica che fanno gli operatori portuali per acquisire traffici è grande. Perderli è un attimo. All’epoca del mio impegno da sottosegretario li avrei convocati per spingerli a trovare un accordo. Ti ricordo che in quegli anni non abbiamo avuto neanche 1 ora di sciopero mentre a gennaio del 2012 il Governo Monti si prese il blocco costato anche la vita ad un autista astigiano, una cosa gravissima che non vorrei fosse dimenticata. Perché non li convochi o li fai convocare dal ministro del Lavoro? Per l'agitazione al porto di Genova ne ho parlato con Signorini e confido che lui convochi presto le parti".

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata