Da oggi a Roma la Conferenza Esri Italia dedicata alle tecnologie geospaziali

mercoledì 20 aprile 2016

Da oggi a Roma la due giorni di Esri Italia dedicata alle tecnologie geospaziali; conferenza che si propone come occasione d’incontro per quanti si interessano di Sistemi Informativi Geografici, Tecnologie Geospaziali, Geolocalizzazione, Geomatica, momento di confronto e aggiornamento sugli ultimi sviluppi della tecnologia e sulle possibilità offerte.

Nell’edizione 2016 il focus sarà, in particolare, sul tema Dal GIS alla Location Platform, l’evoluzione delle tecnologie geospaziali nell’era della trasformazione digitale.

La Conferenza si aprirà con la sessione plenaria, dedicata alla scoperta delle novità delle soluzioni geospaziali e dei più interessanti casi di studio. Il tema verrà poi approfondito in workshop tecnologici, iniziative formative, sessioni parallele e presentazioni di progetti.

Tra gli ospiti dell’evento, che testimonieranno la loro esperienza e il loro punto di vista sull’uso delle soluzioni geospaziali: Acea, che usa diffusamente sistemi informativi geografici per innovare i processi all’interno della propria organizzazione, Sogin, Anas e Aeronautica Militare. Verranno poi raccontate le esperienze del Progetto Moses, un progetto europeo coordinato da Esri Italia, finalizzato alla realizzazione di una piattaforma per erogare servizi per la gestione dell’acqua, e del Progetto A sense of Place, dedicato ai paesaggi urbani e applicato alle città di Turku e Tallin. Inoltre sarà presentata l'iniziativa di Roma Retake, organizzazione no-profit, impegnata nella lotta contro il degrado.

Gli eventi speciali e i side event offriranno una panoramica delle opportunità e delle best practice in alcuni settori strategici delle soluzioni geospaziali. Tra le tematiche affrontate: I modelli numerici per il Servizio Idrico Integrato, dedicato agli strumenti e alle piattaforme per la gestione dell’acqua; Tecnologie al servizio della città, che offrirà una panoramica di casi di studio ed esperienze sulla smart city; Digital Geography in Education, che promuoverà un confronto sulle potenzialità delle tecnologie geografiche nella scuola; Data collection di precisione, dedicato alle soluzioni per l’acquisizione di dati con strumenti di precisione; “Contributo della conoscenza territoriale allo sviluppo della Smart Economy”, open talk e occasione di confronto sulle sfide tecnologiche del nostro Paese, da affrontare grazie alla geografia digitale; "The exploitation Platform for Big Data from Space", open talk in cui verranno illustrate le soluzioni per l’accesso e lo sfruttamento delle immagini satellitari; Le nuove frontiere dell’informazione geospaziale in agricoltura, che costituirà una occasione per discutere delle nuove frontiere dell’informatizzazione in agricoltura.

I momenti dedicati alle esperienze e ai progetti degli utenti saranno dedicati alle tematiche: Ambiente, Beni culturali e archeologia, Business, Education, No profit, Pianificazione territoriale e urbanistica, Pubblica Amministrazione, Rischio ed Emergenze, Sanità, Telecomunicazioni, Trasporti, Uso e consumo di suolo, Utilities.
Partner e organizzazioni potranno utilizzare l’area espositiva per presentare le soluzioni legate ai vari settori di applicazioni, offrendo un quadro dello scenario che si prospetta nei prossimi anni.

Anche quest’anno, la conferenza dedicherà uno spazio al GeObservatory, una installazione multimediale che permette di immergersi in una mostra virtuale di mappe, applicazioni, case studies e Story Map. All’interno del GeObservatory saranno presentati i Live Poster, la nuova modalità di comunicazione attraverso le mappe scelta da chi vuole cimentarsi con gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma ArcGIS Online per creare mappe web e Story Map.

 

 

Adelina Maddonni

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata