Autotrasporto: ecco le novità 2015 per il cronotachigrafo

martedì 3 marzo 2015

Da lunedì 2 marzo 2015 sono operative alcune nuove disposizioni del Regolamento Ue sul cronotachigrafo digitale, in particolare quelle relative alle autorizzazioni di installatori, officine e costruttori del veicolo, all’utilizzo delle carte del conducente e dei fogli di registrazione e alle modifiche del regolamento in materia di tempi di guida e di riposo dei conducenti.

La prima novità riguarda l’utilizzo delle carte del conducente e dei fogli di registrazione, un esonero gradito agli autisti: "Gli Stati membri non impongono ai conducenti l’obbligo di presentazione di moduli che attestino le loro attività mentre sono lontani dal veicolo".

La seconda novità è rivolta ad alcune tipologie di trasporto esonerate dalla normativa sui tempi di guida e quindi dall'uso del cronotachigrafo. Viene elevato a 100 km (rispetto agli attuali 50 km) il raggio operativo massimo entro cui può essere effettuato il trasporto con le deroghe previste sui tempi di guida e di riposo (tra cui quella sui trasporti effettuati da veicoli di peso inferiore a 7,5 tonnellate impiegati dai fornitori di servizi postali universali). Inoltre vengono esonerati dall’osservanza dei tempi di guida e di riposo i trasporti in conto proprio con veicoli di peso inferiore a 7,5 tonnellate effettuati entro un raggio di 100 km dal luogo in cui si trova l’impresa.

La terza innovazione riguarda le autorizzazioni rilasciate dagli Stati membri a installatori, officine e costruttori, per operare sul cronotachigrafo.

Il nuovo regolamento sul tachigrafo entrerà pienamente in vigore il 2 marzo 2016. Questo sarà il pacchetto più corposo e riguarderà le imprese di autotrasporto in conto terzi. Una nuova generazione di tachigrafi intelligenti, collegati ad un servizio di posizionamento basato sulla navigazione satellitare e caratterizzati da sistemi che ne garantiranno l’inviolabilità, sostituiranno i vecchi apparecchi.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata