Ministero conferma: niente costi minimi sui trasporti internazionali

CONDIVIDI

mercoledì 2 gennaio 2013

"E' da escludere che il sistema dei costi minimi possa trovare applicazione anche ai trasporti internazionali (anche con riferimento alla sola “tratta” in territorio italiano)". Con questa precisazione molto chiara ed esplicita il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti mette fine a qualsiasi dubbio che ancora esistesse rispetto all'applicazione dei costi minini di esercizio ai trasporti internazionali e di cabotaggio. Con una circolare, infatti - come spiega una nota Anita - il Ministero ha fornito importanti chiarimenti adalcuni quesiti relativi all’applicazione della disciplina dei costi minimi, ex art. 83 bis legge 133/2008, ai trasporti internazionali e al cabotaggio.È stato così chiarito che, da un punto di vista soggettivo, i destinatari dei c.d. “costi minimi” sono le imprese di trasporto di merci su strada per conto di terzi, attive sul territorio italiano aventi sede principale o secondaria in Italia ed iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi, mentre per quanto riguarda il riferimento oggettivo, questo è costituito da un contratto (scritto o verbale) di trasporto di cose per conto di terzi con cui le parti del rapporto, committente e vettore, convengono lo svolgimento professionale di un servizio di trasporto di cose verso un corrispettivo.(P.C.)

Tag: trasporti internazionali

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Abilitazione al trasporto internazionale: le istruzioni per ottenere la dispensa da esame

Recentemente il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili è tornato sull’accesso alla professione autotrasporto ribadendo la dispensa dall’esame di...

Trasporti internazionali: scadenze in vista per rinnovo e conversioni autorizzazioni CEMT

Scade il 30 settembre 2022 il termine per la presentazione delle domande di rinnovo e conversione in assegnazione fissa delle autorizzazioni per trasporti in Paesi non-UE. Il 31 ottobre 2022 è...

Vettori ucraini: il Mims estende l'esenzione da autorizzazione per il trasporto internazionale di merci

Estesa l'esenzione da autorizzazione al trasporto internazionale di merci su strada per i vettori di nazionalità ucraina.  Il provvedimento è in atto dallo scorso marzo e consente...

Dal 1° luglio la Romania monitorerà il trasporto su strada di merci ad alto rischio fiscale

Dal prossimo 1° luglio la Romania monitorerà il trasporto su strada di merci ad alto rischio fiscale tramite il sistema elettronico integrato Ro e-Transport. Il provvedimento, contenuto...

Commissione Ue: un piano di emergenza in 10 azioni per proteggere i trasporti

Negli ultimi anni il settore dei trasporti è stato chiamato ad affrontare emergenze particolarmente gravi, cambiamenti e nuove sfide, a cominciare dalla pandemia di Covid-19, per arrivare alla...

Assarmatori: nuovi accordi commerciali per superare blocco delle materie prime da Russia e Mar Nero

Con il Mar Nero e Mar d’Azov interdetti alle unità mercantili italiane e il rischio nei porti russi del Baltico, come San Pietroburgo e Murmansk, di ritorsioni contro le navi italiane...

Assoporti: in crescita il traffico merci nel 2021 ma ancora non a livelli pre pandemia

Nel 2021 nei porti italiani sono state movimentate complessivamente 481,5 milioni di tonnellate di merci, in crescita dell’8,4% rispetto al 2020 (444 milioni di tonnellate). Un dato che, per...

Assoporti: più infrastrutture e meno burocrazia per competere con altri Paesi del Mediterraneo

"Le autostrade del mare sono principi di economia intelligente che vanno rilanciate con forza anche perché danno risposte alla sostenibilità che è un valore sempre più...