Ferrovie: Mit, Rfi e sindacati siglano un protocollo per la sicurezza dei lavoratori

mercoledì 4 novembre 2020 13:03:07

Tutelare la sicurezza e i diritti dei lavoratori. Ecco l'obiettivo del protocollo d'intesa firmato oggi dalla Ministra delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli con Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) e le Segreterie Nazionali delle Organizzazioni Sindacali FENEAL UIL, FILCA CISL, FILLEA CGIL per la

Il documento, siglato presso il Mit, si rivolge a tutta la filiera delle imprese affidatarie dei lavori che saranno impegnate nella realizzazione di opere per conto di RFI.
La sottoscrizione del Protocollo conferma l’impegno della Ministra e dei firmatari nel garantire l’interesse pubblico alla legalità ed alla trasparenza, individuando un metodo condiviso basato sull’informazione e sul confronto tra il Committente e le Segreterie Nazionali.

L’intesa prevede la convocazione di incontri periodici, volti al superamento di eventuali criticità in tema di diritti dei lavoratori, di sicurezza, di prevenzione di infortuni, di continuità produttiva del cantiere e del rispetto del cronoprogramma di realizzazione dell’opera. Inoltre, già dalle prime fasi progettuali, verranno individuati gli obblighi dell’appaltatore a tutela dei lavoratori, per poi essere definiti nella successiva fase di progettazione definitiva e consolidati nel Piano della Sicurezza e Coordinamento posto a base di gara.
RFI inserirà nei contratti e nel capitolato d’appalto clausole a tutela dei lavoratori, che permetteranno loro di beneficiare del trattamento economico e normativo stabilito dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro sottoscritto dalle principali Organizzazioni Sindacali.

“La firma di questo protocollo è un’ulteriore e importante conferma dell’inderogabilità del principio della tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori. Un principio che da sempre ha guidato le nostre scelte e che ora, più che mai, è una priorità per il Paese per proteggere i cantieri e garantire la sostenibilità delle opere e l’efficienza degli investimenti pubblici. E’ necessario promuovere una vera e propria cultura della sicurezza e della legalità contro ogni rischio di infiltrazione malavitosa” ha dichiarato la ministra Paola De Micheli.

"Il Protocollo ha il merito di mettere il rispetto del contratto nazionale edile, la trasparenza nelle assunzioni, la lotta agli infortuni e alle illegalità al centro della ripartenza. Ringraziamo Ferrovie dello Stato e la ministra Paola De Micheli per aver posto le basi per un sistema di tutele e di coinvolgimento dei lavoratori e delle imprese, basato su più diritti, tutele, trasparenza” le parole di Vito Panzarella, Franco Turri, Alessandro Genovesi, segretari generali di FenealUIl, Filca-Cisl, Fillea-Cgil.

“Siamo promotori di una cultura della sicurezza che sia un modello di riferimento per tutti i lavoratori impegnati quotidianamente nei cantieri – ha dichiarato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane Gianfranco Battisti – Abbiamo avviato specifici progetti mirati a coinvolgere attivamente il nostro personale per migliorarne la capacità di percezione del rischio, educandolo all’adozione di comportamenti sicuri”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Assarmatori: all'assemblea annuale i progetti alla luce delle risorse del Recovery Fund

Si è tenuto oggi, alla presenza della ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, l’annual meeting di Assarmatori, la confederazione che riunisce gli armatori...

Camion: sospeso il divieto di circolazione anche per domenica 29 novembre

Via libera ai mezzi pesanti anche nel prossimo fine settimana. La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato un nuovo decreto che consente agli autotrasportatori...

Trasporto pubblico, tavolo con Associazioni, Anci, Upi e Regioni: De Micheli, serve una riforma radicale

Riorganizzare radicalmente il trasporto pubblico locale, la cui ultima riorganizzazione risale al 1997. Secondo la ministra Paola De Micheli la riforma del trasporto pubblico locale non è...