Liguria: Uggè (Conftrasporto), necessario individuare il responsabile dei danni

CONDIVIDI

giovedì 23 luglio 2020

Attraverso una nota, il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè chiede di fare chiarezza sulle responsabilità dei disagi che si stanno verificando sulle strade liguri. “Occorrerà quantificare i danni arrecati all’economia nazionale dalla inspiegabile decisione che ha prodotto in Liguria una situazione assurda. Soprattutto occorrerà individuare chi li ha generati”, ha detto Uggè parlando della decisione che ha spinto ASPI a ricominciare ad effettuare i controlli sulle gallerie.

“Una decisione che ha un responsabile - dichiara Uggè - Il risultato è sotto gli occhi di tutti. La logistica del nord ovest, e in particolare l’economia genovese, oltre a tutti gli utenti della strada, sembrerebbero essere stati penalizzati dalle decisioni del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che aveva condiviso programma dei lavori e relativa pianificazione”.

Conftrasporto ricorda le dichiarazioni rese dal ceo di Aspi, che parlano di nuove disposizioni che hanno modificato le regole di ispezione costringendo di fatto a ricominciare tutto da capo. “Per il ceo di Aspi - ricorda Uggè - le regole sarebbero state applicate in modo mirato, solo per la stessa Aspi e solo per la Liguria. Delle due l’una: o le regole servono per dare sicurezza agli utenti della strada e devono essere applicate per tutte le gallerie presenti sulla rete stradale, oppure c’è qualcosa da chiarire. Il fatto è gravissimo e, se non sarà smentita la ricostruzione, qualcuno dovrà farsi carico dei danni generati – prosegue il vicepresidente di Conftrasporto - Innanzitutto attraverso una class action ma soprattutto sollevando dall’incarico chi ha assunto una simile decisione”.

“Ora si tratta di verificare se le cose sono andate come descritte dal ceo di Aspi oppure no – aggiunge Uggè - Anche in questo caso, delle due l’una: si manda via chi ha emanato una disposizione ‘mirata’ o si chiede conto all’amministratore che ha fornito una ricostruzione non rispondente al vero e infamante per il ministero. ‘Tertium non datur’”.
“Le nostre imprese hanno subito danni; i conducenti e gli utenti hanno vissuto condizioni insostenibili, ma insieme a questo è stata colpita la competitività del Paese. Ci sarà un responsabile che deve pagare! Gli italiani hanno il diritto di sapere perché questo è avvenuto - ribadisce Uggè - Conftrasporto lo chiede con determinazione. Comprendo che l’attività ispettiva appartiene ai membri del Parlamento, ma noi che rappresentiamo le imprese non possiamo far finta di nulla”, conclude il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio.

Tag: conftrasporto, confcommercio

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Autotrasporto e obiettivi di sostenibilità: Uggè (Conftrasporto) chiede all'Ue politiche realistiche per le imprese

Dai contingentamenti al traffico merci al Brennero al sistema delle emissioni ETS- il sistema per lo scambio delle quote di emissione a effetto serra-, ai nuovi motori con il passaggio...

Da Genova all’Ucraina: due furgoni di aiuti umanitari per la popolazione in guerra

Dall’inizio della guerra in Ucraina molte sono state le iniziative di solidarietà promosse dalle aziende di trasporti e logistica italiane, che in vario modo si sono mobilitate per...

Uggè (Conftrasporto): una programmazione fattibile per la decarbonizzazione

Decarbonizzare con realismo. Questo in sintesi il commento del presidente di Conftrasporto Paolo Uggè sulle proposte individuate dalla Commissione Europea nel pacchetto Fit for 55.Il tema...

Paolo Uggè nominato Consigliere del CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro)

Paolo Uggè entra nel consiglio di presidenza del Cnel. Il presidente di Conftrasporto e della Federazione degli Autotrasportatori Italiani (FAI) è stato nominato, infatti, Consigliere...

Msc diventa socio di minoranza di Moby. Palenzona: ottima notizia per il nostro Paese

Msc diventerà socio di minoranza di Moby. "La famiglia Aponte e la famiglia Onorato - si legge in una nota - sono felici di comunicare di aver raggiunto un intesa finalizzata ad un aumento di...

Fai Conftrasporto: il taglio lineare delle accise genera gravi distorsioni del mercato

"Il taglio lineare del prezzo del gasolio di 25 centesimi alla pompa, susseguente alla riduzione delle accise per un mese, determina impatti fortemente negativi sulle imprese di autotrasporto". E'...

Aiuti umanitari per l'Ucraina: in Liguria si attiva la rete di Fai-Conftrasporto

Anche il mondo dell'autotrasporto si attiva per aiutare l'Ucraina. Dalla Liguria, grazie alla sinergia tra la Fai-Conftrasporto regionale (Federazione autotrasportatori italiani), Confcommercio...

Fai-Conftrasporto: riaperto il confronto con il MIMS, congelato il fermo del 4 aprile

Prosegue il tavolo di confronto autotrasporto-MIMS. Sabato si sono svolte in tutta Italia le annunciate assemblee territoriali di Fai-Conftrasporto. "Congelato il fermo annunciato per il 4 april...