Iveco consegna 30 S-Way NP alla Nicoli Trasporti Spedizioni Spa

CONDIVIDI

mercoledì 17 giugno 2020

Nicoli Trasporti Spedizioni Spa si prepara al meglio alla ripresa delle attività sul territorio italiano con l’acquisto di 30 nuovi IVECO S-Way NP alimentati a gas naturale.

I mezzi sono stati consegnati all’azienda lombarda, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale, alla presenza di Pasqualino Nicoli, presidente e fondatore, Alessandro Oitana, Italy Market Business Line Medium & Heavy Manager per IVECO e Paolo Zanardi, titolare della concessionaria Autoindustriale Bergamasca, che ha supportato il cliente nella sua scelta e nell’acquisto dei veicoli.

Parco sostenibile

I veicoli acquistati, 30 IVECO S-Way NP nella versione alimentata a gas naturale liquefatto, fanno parte di una più ampia fornitura di 50 unità a LNG, che andranno a integrare le flotte operanti dalla sede di Bergamo e dalle filiali di Ravenna e Udine verso tutte le tratte nazionali, ben rappresentano la scelta green compiuta dall’azienda attraverso la progressiva introduzione di mezzi ad alimentazioni alternative e una conversione del proprio parco veicolare in direzione sostenibile, sia dal punto di vista economico sia da quello ecologico.

Gli IVECO S-Way rappresentano la soluzione più idonea per rispondere alle esigenze di sostenibilità della Nicoli Trasporti Spedizioni Spa e delle aziende in generale, con dotazioni tecnologiche all’avanguardia, che non solo ridefiniscono la centralità del conducente all’interno della cabina e nell’intero veicolo, ma garantiscono anche elevate performance e un’autonomia di 1600 km a fronte di una riduzione delle emissioni di NO2 del 90%. Sono inoltre già predisposti per l’utilizzo con il bio-metano, carburante ecologico per antonomasia - già pronto e in costante espansione come anche l’infrastruttura di rifornimento connessa – che permette una riduzione di CO2 dal 95% (well to wheel) a oltre il 100% a seconda dei processi produttivi del bio-metano stesso.

“Abbiamo scelto ancora una volta i veicoli IVECO per incrementare la nostra flotta per l'alto livello di servizio garantito dalla concessionaria Auto Industriale Bergamasca, partner con il quale collaboriamo da anni – commenta Pasqualino Nicoli, presidente e fondatore della Nicoli Trasporti Spedizioni Spa -. L'acquisto degli S-WAY a metano è stato dettato principalmente da tre motivazioni: l'innovazione tecnologica, infatti siamo sempre attenti alle novità che offre il mercato, in particolare nel nostro settore, la sostenibilità ambientale, per le ridotte emissioni di CO2, e l'aspetto economico, in quanto i costi di esercizio dei nuovi mezzi sono inferiori a quelli dei veicoli a gasolio, anche per la differenza di costo del carburante LNG rispetto al DIESEL. Ci aspettiamo che questi veicoli possano rappresentare l'unione della qualità garantita dal marchio IVECO e del progresso tecnologico legato ai propulsori a metano”.

Tag: gas naturale, iveco stralis

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Bologna: Socogas, nuovo distributore di metano liquido (LNG) e metano gassoso (L-CNG) a Fidenza

Cresce la rete del Gruppo Socogas con l'apertura del terzo distributore LNG e L-CNG a Fidenza. Situato a meno di 1 km dall'uscita autostradale A1 di Fidenza Salsomaggiore Terme, il distributore eroga...

Ue: nel 2020 immatricolazioni camion all'insegna del diesel (96,4%), propulsione alternativa al 2,9%

Le immatricolazioni di camion nell'Ue del 2020 sono ancora all'insegna del diesel. Per quanto riguarda questo tipo di alimentazioni, infatti, la quota di mercato è del 96,4%, mentre la benzina...

Trasporti sostenibili: presto attivi in Italia sei nuovi impianti per la produzione di bioGNL

  Sei impianti per la produzione di biometano liquefatto in fase di realizzazione, più altri dieci in attesa di autorizzazione. I progetti verranno realizzati in Italia da 2LNG, azienda...

Ue e pandemia: quali misure per l'autotrasporto?

L'Ue è al lavoro con i provvedimenti a sostegno dell’economia degli Stati membri e con le misure per limitare gli spostamenti, a causa della pandemia. L’Europarlamento ha approvato...

Brexit: conseguenze e nuove prospettive per l'autotrasporto

Con l'arrivo del 2021 finisce il periodo di transizione fra Unione europea e Regno Unito e comincia una nuova fase di rapporti commerciali in Europa. Una situazione che ha ripercussioni sulle...

Brexit, gli autotrasportatori inglesi non sono pronti

Le conseguenze della Brexit che scatteranno dal 1° gennaio, quando il Regno Unito non sarà più formalmente un Paese UE,  creeranno non poche difficoltà al comparto...

Camion, ecco il calendario dei divieti 2021 per i mezzi pesanti

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha predisposto il calendario dei divieti di circolazione per il 2021 per i mezzi pesanti.Il decreto disciplina i divieti dei veicoli adibiti per il...

Camion: il 66,9% del parco italiano immatricolato prima del 2010

Il 66,9% degli autocarri per trasporto merci in circolazione in Italia è stato immatricolato fino al 2009. Ne consegue che solo il 33,1% è stato immatricolato a partire dal 2010, e...