Confartigianato Trasporti: dossier europei cruciali per il settore. Sul tavolo, Brennero e Brexit

CONDIVIDI

giovedì 23 gennaio 2020

Confartigianato Trasporti ha partecipato alla riunione di consultazione “tecnica” sui dossier europei sul Trasporto internazionale, convocata al ministero Infrastrutture e Trasporti. Il confronto tra le parti ha riguardato Brennero – Misure austriache, la Brexit e il Noleggio” (MP 1).

Brennero. In riferimento ai divieti imposti dall’Austria Confartigianato Trasporti denuncia che la questione ha una notevole rilevanza per le imprese italiane coinvolte nell’export verso la Germania ed il centro-nord Europa che subiscono un aggravio di costi e rallentamenti negli scambi. Il ministero ha riferito che sta agendo affinché intervenga la Commissione Europa per promuovere una azione giudiziaria nei confronti dell’Austria.

Brexit. L’Italia – sottolinea Confartigianato - si tiene pronta ad intraprendere la strada dei negoziati bilaterali sulle materie che non formeranno oggetto di accordo a livello UE. In particolare in materia di trasporti internazionali sono da definire i temi del numero delle autorizzazioni complessive e le modalità di rilascio, la gestione dei transiti da e verso l’Irlanda, la definizione delle condizioni di reciprocità nella determinazione degli standard, tra cui tempi di guida, velocità, sicurezza e qualità.
Sul fronte delle misure legate alla concorrenza, l’Italia (ma sembrerebbe a livello UE) ha intenzione di non consentire il cabotaggio, trattando il Regno Unito come Paese terzo a tutti gli effetti e non garantendo, quindi, le regole di libera circolazione delle merci nei termini vigenti sino ad ora.

Noleggio. Il Ministero ha informato sullo stato dell’arte del negoziato per la direttiva sul noleggio di mezzi nel trasporto internazionale sotto la Presidenza Croata e delle diverse ipotesi di opzione nella “liberalizzazione” dell’impiego di veicoli a noleggio che comunque potrà mantenere un sistema a controllo numerico e contingentato, pur prevedendo l’eliminazione di alcuni vincoli.
Confartigianato Trasporti, pur dichiarando la posizione favorevole ad una parziale apertura, ha ribadito la necessità che l’entrata in vigore sia subordinata alla introduzione dei controlli informatici previsti con il nuovo cronotachigrafo intelligente.

Tag: confartigianato, brennero, trasporti internazionali

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Dal 1° gennaio l’Ue lancia il nuovo sistema di gestione del rischio doganale

Rafforzare i controlli doganali dell'Ue e proteggere i cittadini e le imprese dell'Unione, nonché gli interessi finanziari europei. Questi gli obiettivi del nuovo sistema di gestione del...

Antonella Straulino (Fedespedi) nominata Segretario generale del CLECAT

Antonella Straulino, responsabile delle Relazioni internazionali di Fedespedi, è stata nominata Segretario generale del CLECAT - European Association for Forwarding, Transpor...

Brexit: facilitare le operazioni di sdoganamento e agevolare l’e-commerce

Cosa comporta il nuovo obbligo di dichiarazione, è necessario dotarsi di un centro logistico proprio in loco e in che modo si possono organizzare con affidabilità spedizione, trasporto...

Carenza autisti autotrasporto: in Piemonte parte il corso di formazione Randstad for Driving

La carenza di autisti nel mondo dell'autotrasporto è ormai un problema noto. Nonostante l'importante richiesta da parte delle imprese, le figure sul mercato in grado di soddisfare la domanda...

Confartigianato: caro carburanti e scarsità Adblue pesano sull'autotrasporto

Confartigianato Piemonte lancia l'allarme per il rincaro dei carburanti. L'associazione segnala che il gas raddoppia, mentre gasolio e benzina sono in costante aumento. La benzina è arrivata...

Trasporti internazionali: l’Austria modifica i divieti di transito in Tirolo per carichi e scarichi locali

Con Regolamento austriaco entrato in vigore il 29 ottobre scorso sono state apportate modifiche a 3 diversi provvedimenti di divieto di transito dei veicoli di oltre 7,5 ton per il trasporto di merci...

Divieti Brennero, ANITA, FAI e FEDIT: nessun provvedimento dall'Ue, attivato team legale

La questione divieti al Brennero torna al centro dell'attenzione delle associazioni dell'autotrasporto italiano. ANITA, FAI e FEDIT hanno deciso di intraprendere un’azione di messa in mora...

Anita, divieti al Brennero: la Commissione Ue avvii una procedura di infrazione

La storia del Brennero è una storia infinita. I divieti unilaterali imposti dall’Austria sull’asse stradale di riferimento sono un’annosa questione. Una vexata quaestio su...