Avio testa il primo motore europeo a metano, per il futuro Vega E

mercoledì 14 novembre 2018 08:24:35

Primo test superato per il prototipo del nuovo motore M10, il primo motore europeo  alimentato a ossigeno liquido e metano, e destinato a equipaggiare il Vega E (Vega Evolution) - evoluzione a medio termine del lanciatore Vega – il cui primo volo è previsto per il 2024. Il tiro al banco di prova, con un modello in scala ridotta del propulsore, si è svolto il 13 novembre a Colleferro presso lo stabilimento Avio, l’azienda che realizza l’intera famiglia di lanciatori. Grazie a questo nuovo motore, pensato per sostituire, accorpandone le prestazioni, gli attuali terzo e quarto stadio di Vega, il Vega E sarà in grado di rilasciare molti satelliti in orbite diverse nel corso della stessa missione ad un costo competitivo e mantenendo gli standard di affidabilità e precisione della famiglia Vega.
La tecnologia impiegata è particolarmente innovativa sia per l’efficienza propulsiva sia per la compatibilità ambientale, essendo caratterizzato da ridottissime emissioni e scorie derivanti dalla combustione. Il motore oggetto della prova è stato realizzato secondo il brevetto Avio SMSP (Single Material Single Part) interamente in additive manufacturing, utilizzando tecnologie laser avanzate di stampa tridimensionale.
“Avio è molto soddisfatta del risultato del test di M10, il primo prototipo Europeo di motore a LOx-metano, una tecnologia molto innovativa e bassissimo impatto ambientale di cui non dispone quasi nessuno al mondo – ha commentato Giulio Ranzo, ceo di Avio -. Questo propulsore consentirà nel medio termine di sostituire gli ultimi due stadi propulsivi (Z9 e AVUM) con un nuovo stadio propulsivo criogenico più efficiente e più versatile. L’obiettivo di Vega è infatti di continuare ad incrementare nel tempo la competitività di costo e la versatilità di manovra per il lancio di satelliti piccoli in orbita bassa, mentre la capacità di lancio di satelliti di maggiori dimensioni in orbite intermedie e geostazionarie sarà assicurata da Ariane 6”.   
Intanto il prossimo anno è previsto anche il primo volo del Vega C che rispetto al Vega attuale consentirà significativi progressi in termini di prestazioni e costi. La capacità di carico infatti aumenterà dagli attuali 1.500 kg a 2.200 in orbita LEO. Sarà equipaggiato dal motore a propellente solido P120C, derivato dal primo stadio del Vega P80, progettato in collaborazione don Ariane Group per essere utilizzato anche come booster per il nuovo Ariane 6.


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Focus

Altri articoli della stessa categoria

MBDA: Eric Beranger nuovo amministratore delegato

giovedì 16 maggio 2019 10:08:42
Cambio al vertice per MBDA. Dopo 12 anni Antoine Bouvier lascerà la guida del gruppo missilistico dal prossimo 1° giugno e sarà sostituito da...

Leonardo chiude il primo trimestre con utili e ricavi in forte crescita

giovedì 9 maggio 2019 10:05:02
Risultati tutti in crescita per Leonardo nel primo trimestre dell’anno. L’utile netto ha segnato un rialzo del 54% a 77 milioni di euro rispetto...

Leonardo: contratto per quattro AW101 alla Polonia

venerdì 26 aprile 2019 14:43:36
Leonardo ha firmato il contratto per la fornitura di quattro AW101 alla Polonia, oltre a un pacchetto completo di servizi di supporto logistico e...

Successo per Tecnam al salone Aero 2019

mercoledì 17 aprile 2019 09:31:02
Si è chiuso con numeri più che positivi per Tecnam il salone Aero 2019, il più grande evento europeo dedicato all’aviazione...

Passa anche dall’Italia la crescita di TAP Air Portugal

giovedì 11 aprile 2019 15:09:13
I numeri sono impressionanti: in soli tre anni, da quando con la privatizzazione è stato messo in atto un profondo processo di trasformazione, TAP Air...