Regione Veneto: l’assessore ai trasporti De Berti incontra a Roma Rfi e Anas

giovedì 29 marzo 2018 17:05:44

L’assessore alle infrastrutture e trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti, si è incontrata oggi a Roma con RFI (Rete Ferroviaria Italiana) e ANAS. Con RFI è stato fatto il punto sulle azioni da promuovere per il potenziamento del trasporto ferroviario nel Veneto e in particolare è stata approfondita la questione relativa all’Alta Velocità/Alta Capacità per la tratta Brescia-Verona, a seguito della recente pubblicazione della delibera del CIPE di approvazione del progetto definitivo, avvenuta lo scorso 24 marzo .

“Come Regione non abbiamo una competenza specifica sui lavori dell’AV/AC – precisa l’assessore De Berti – ma mi sono resa disponibile a favorire un dialogo tra RFI e le comunità locali, al fine di assicurare la più corretta e tempestiva informazione sull’intervento che verrà realizzato. Insieme ai responsabili di Rete Ferroviaria, abbiamo pertanto programmato il prossimo 20 aprile nel territorio un incontro con tutti i sindaci dei Comuni interessati, nel corso del quale verranno esposte le soluzioni progettuali approvate e in particolare il recepimento delle osservazioni e delle prescrizioni formulate dalle amministrazioni. Un’utile occasione per fare il punto anche sulle fasi successive di cantierizzazione e realizzazione dell’opera”.

L’intervento, che comprende numerose opere di rilievo tra gallerie artificiali, miste o naturali e viadotti, interessa i Comuni veneti di Peschiera, Castelnuovo del Garda, Sona, Sommacampagna e Verona. “Per quanto concerne l’elettrificazione delle linee ferroviarie “Conegliano-Belluno”, “Padova-Calalzo” e  “Bassano-Cittadella-Camposampiero” – comunica l’assessore – i lavori sono già programmati e, per consentirne l’esecuzione, è prevista l’interruzione dei collegamenti nel periodo compreso tra il 10 giugno e l’8 settembre 2018”.

“Con l’amministratore delegato di ANAS, Gianni Vittorio Armani, invece, abbiamo fatto il punto sugli interventi programmati lungo la Statale 51 ‘di Alemagna’ – prosegue De Berti –. Ad aprile prenderanno il via i primi cantieri, oggetto dell’approvazione delle conferenze dei servizi tenutesi a settembre e ottobre del 2017: si tratta di nove progetti per circa 8,7 milioni di euro complessivi, il principale dei quali riguarda la messa in sicurezza del tratto in località Acquabona”.
“Abbiamo ribadito che i cantieri vengano chiusi in tempo utile in vista dei Mondiali di sci del 2021 – sottolinea l’assessore –, nella consapevolezza che il rispetto delle scadenze dipende, oltre che da Anas, dai diversi soggetti che a vario titolo devono esprimere il loro parere. In particolare, per le varianti di Tai, Valle e San Vito di Cadore, le tempistiche sono legate alla procedura in corso presso il Ministero dell’ambiente”.

“Ancor più per quanto riguarda le opere previste nell’area di Cortina – conclude De Berti – abbiamo riaffermato l’imprescindibile esigenza di puntualità in previsione del grande evento sportivo del 2021 e abbiamo segnalato l’urgenza di intervenire con la messa in sicurezza della intersezione tra la S.S. 51 e la S.P. 347 che conduce a Cibiana di Cadore”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Ponti e viadotti: bando Anas da 1,2 miliardi di euro per il risanamento strutturale

Un bando di 1,2 miliardi di euro per il risanamento strutturale di ponti e viadotti con interventi mirati alla conservazione, al consolidamento statico e alla protezione sismica di ponti e viadotti...

Infrastrutture: dal MIT cantieri per oltre 17 miliardi

Più di 17 miliardi di opere infrastrutturali - tra cantieri conclusi, appaltati e avviati - sono state messe a terra dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti da settembre 2019 ad...

Strade: in arrivo nuova segnaletica verticale

Bando da 80 milioni di euro per lavori di nuova segnaletica verticale. Anas (Gruppo FS Italiane) prosegue il suo impegno nell’ambito della manutenzione programmata sulla propria rete di...