Leonardo: un Piano per tornare a crescere

martedì 30 gennaio 2018 15:56:20

Leonardo è pronta per tornare a crescere. Parola di Alessandro Profumo, amministratore delegato della società, che oggi ha presentato negli stabilimenti di Vergiate il nuovo piano industriale 2018-2022. “Dopo un 2017 sfidante in cui abbiamo resettato le attese con questo Piano industriale intendiamo riportare Leonardo ad un percorso di crescita sostenibile nel lungo periodo – ha sottolineato Profumo -. Abbiamo intrapreso azioni per risolvere difficoltà temporanee emerse nel business degli elicotteri, un settore di eccellenza a livello internazionale. Il 2018 sarà quindi un anno di consolidamento e siamo certi che questo Piano fornirà le basi per una nuova fase di crescita sostenibile, caratterizzata da costante miglioramento della nostra top line, della redditività e flusso di cassa per la creazione di valore a beneficio di tutti gli stakeholder.”
Nei prossimi cinque anni la società si attende una crescita media degli ordini superiore al 6%, con un incremento dei ricavi del 5-6%. Anche per l’Ebita le previsioni sono di una crescita media annua dell’8-10% per tornare ad una redditività a doppia cifra nel 2020. Quest’anno però sarà ancora di consolidamento: Leonardo ha presentato anche le stime per l’esercizio 2018 che dovrebbe chiudersi con ricavi compresi tra gli 11,5 e i 12 miliardi di euro e ordini per 12,5 e 13 milioni di euro. La società si attende anche un un Ebita tra 1,075 e 1,125 miliardi di euro e un flusso di cassa operativo di circa 100 milioni di euro. L’indebitamento del gruppo, infine, dovrebbe attestarsi a 2,6 miliardi di euro.
“Abbiamo un mercato di riferimento con interessanti profili di crescita – ha affermato ancora Profumo - stiamo mettendo in atto una nuova strategia commerciale, possiamo contare su un solido portafoglio ordini e possiamo investire per la crescita, migliorando ulteriormente i nostri prodotti eccellenti e concentrandoci sulle tecnologie chiave. Abbiamo intrapreso azioni per risolvere difficoltà temporanee emerse nel business degli elicotteri, un settore di eccellenza a livello internazionale”. Per arrivare a questi risultati il Piano industriale prevede quindi di attuare una nuova strategia commerciale internazionale, con un’attenzione sempre maggiore al cliente; di intraprendere investimenti mirati a supportare la crescita, focalizzati su prodotti e tecnologie chiave e sullo sviluppo della rete commerciale; una razionalizzazione del portafoglio prodotti; una maggior focalizzazione sui costi attraverso un programma di cost transformation pervasivo e trasversale a tutto il Gruppo, con l'obiettivo di migliorare la competitività dei prodotti e investire nella crescita; l’ottimizzazione del modello operativo attraverso una struttura organizzativa centrale in grado di supportare con efficacia l’azione dei business e di condividere/generare best practice, un’identità più forte ed una gestione delle risorse più integrata. 


© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata


Leggi gli altri articoli della categoria: Focus

Altri articoli della stessa categoria

Congresso ACI World: aumentano i passeggeri ma anche costi e rischi

mercoledì 20 giugno 2018 11:11:58
Trovare la giusta interazione tra aeroporti e compagnie aeree, affrontare le sfide poste dalla crescita della domanda da armonizzare con la...

Aero Vodochody punta al 10% del mercato mondiale degli addestratori

martedì 15 maggio 2018 15:16:57
Un accordo con il Senegal per quattro addestratori L-39NG e una partenership tecnica e commerciale con l’israeliana Israel Aerospace Industries (IAI) per...

Spazio: Francia e Germania discutono di tecnologie di rottura, in UK tiene banco Galileo

giovedì 10 maggio 2018 16:09:44
L’asse franco-tedesco per tecnologie innovative “made in Europe” guarda anche allo spazio. "Stiamo ponendo in essere delle azioni congiunte...

Futuro caccia: Berlino e Parigi danno la linea

giovedì 26 aprile 2018 12:31:48
L’annuncio alla fine è arrivato. Dassault Aviation e Airbus hanno annunciato a Berlino, nella giornata di apertura del salone ILA, che uniranno...

Capacità nucleari per il Typhoon? L'EFA offerto al Bundeswehr per il dopo Tornado

martedì 24 aprile 2018 15:49:48
Airbus and Eurofighter GmbH hanno sottoposto la loro offerta alla Difesa tedesca per la sostituzione dei cacciabombardieri Tornado, indicando...