Autotrasporto: in Belgio nuovi adempimenti per i trasporti di cabotaggio

CONDIVIDI

lunedì 16 gennaio 2017

Approdano anche in Belgio nuovi adempimenti per l'autotrasporto in materia di distacco. Come in altri Paesi UE (Germania, Francia, Italia, Austria), che hanno attuato la direttiva “enforcement” sul distacco e sull’applicazione del salario minimo, anche in Belgio sono state introdotte misure legislative che stabiliscono dal 1° gennaio 2017 adempimenti per le imprese di autotrasporto che effettuano trasporti di cabotaggio

In primo luogo, vi è l’obbligo di nominare un rappresentante in Belgio, che dovrà fungere da collegamento tra l’impresa e le autorità belghe nel fornire, su richiesta, qualsiasi documento relativo all’attività di trasporto svolta in Belgio che deve essere conservato per un anno (il rappresentante potrebbe non essere domiciliato in tale Paese ma è preferibile) .

Non è prevista una dichiarazione specifica dell’attività di distacco poiché era già prevista da precedente regolamentazione; sul sito la documentazione è disponibile in varie lingue (olandese, francese, inglese e tedesco).

Le norme belghe non sono chiare sul campo di applicazione della normativa sul distacco, si applicano sicuramente ai trasporti di cabotaggio ma non è certo si applichino anche ai trasporti internazionali.

 

Tag: cabotaggio, trasporti internazionali

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Abilitazione al trasporto internazionale: le istruzioni per ottenere la dispensa da esame

Recentemente il Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili è tornato sull’accesso alla professione autotrasporto ribadendo la dispensa dall’esame di...

Trasporti internazionali: scadenze in vista per rinnovo e conversioni autorizzazioni CEMT

Scade il 30 settembre 2022 il termine per la presentazione delle domande di rinnovo e conversione in assegnazione fissa delle autorizzazioni per trasporti in Paesi non-UE. Il 31 ottobre 2022 è...

Vettori ucraini: il Mims estende l'esenzione da autorizzazione per il trasporto internazionale di merci

Estesa l'esenzione da autorizzazione al trasporto internazionale di merci su strada per i vettori di nazionalità ucraina.  Il provvedimento è in atto dallo scorso marzo e consente...

Dal 1° luglio la Romania monitorerà il trasporto su strada di merci ad alto rischio fiscale

Dal prossimo 1° luglio la Romania monitorerà il trasporto su strada di merci ad alto rischio fiscale tramite il sistema elettronico integrato Ro e-Transport. Il provvedimento, contenuto...

Commissione Ue: un piano di emergenza in 10 azioni per proteggere i trasporti

Negli ultimi anni il settore dei trasporti è stato chiamato ad affrontare emergenze particolarmente gravi, cambiamenti e nuove sfide, a cominciare dalla pandemia di Covid-19, per arrivare alla...

Assarmatori: nuovi accordi commerciali per superare blocco delle materie prime da Russia e Mar Nero

Con il Mar Nero e Mar d’Azov interdetti alle unità mercantili italiane e il rischio nei porti russi del Baltico, come San Pietroburgo e Murmansk, di ritorsioni contro le navi italiane...

Assoporti: in crescita il traffico merci nel 2021 ma ancora non a livelli pre pandemia

Nel 2021 nei porti italiani sono state movimentate complessivamente 481,5 milioni di tonnellate di merci, in crescita dell’8,4% rispetto al 2020 (444 milioni di tonnellate). Un dato che, per...

Assoporti: più infrastrutture e meno burocrazia per competere con altri Paesi del Mediterraneo

"Le autostrade del mare sono principi di economia intelligente che vanno rilanciate con forza anche perché danno risposte alla sostenibilità che è un valore sempre più...