Abruzzo: le associazioni del trasporto chiedono un rilancio della logistica

CONDIVIDI

martedì 19 aprile 2016

“La logistica abruzzese è stata sistematicamente trascurata e il rischio concreto è non solo che le merci fatichino a partire e arrivare in Abruzzo, ma anche che la produzione nella nostra regione venga ridotta”. A lanciare l’allarme sono le associazioni del trasporto abruzzese, che chiedono alla Regione di fare uno sforzo al fine di “proiettare l’Abruzzo, i cittadini e le imprese nel mercato globale”. I dati, dal periodo pre-crisi ad oggi, parlano infatti di un calo della produzione, con conseguente riduzione delle merci trasportate pari al 46%.

Prospettive, proposte e dati relativi alla logistica e al trasporto abruzzesi sono stati analizzati nel corso di una conferenza stampa che si è svolta nella sede di Confartigianato, a Pescara. E’ stato inoltre illustrato il documento unitario che tutte le associazioni del trasporto abruzzese – Confartigianato Trasporti, Assotir, Fiap, Fai, Fita Cna, Sna Casartigiani e Anita-Confindustria – hanno inviato al governatore Luciano D’Alfonso e a tutti i parlamentari abruzzesi.
Le associazioni guardano con fiducia al ‘Piano Strategico della Portualità e della Logistica’ , ma premono per una veloce attuazione.

“L’Abruzzo si colloca al 144° posto tra le regioni europee – si legge nel documento – precedendo le altre regioni del Medio e Basso Adriatico e dell’Italia Meridionale, ad esclusione della Campania, e confina con la seconda regione più infrastrutturata del Paese: il Lazio. Proprio per queste ragioni diventa estremamente importante, sia per l’Autorità di Sistema Portuale di Civitavecchia sia per quella di Ancona, inglobare i porti nazionali abruzzesi di Pescara e Ortona, per raggiungere una più elevata autonomia finanziaria. Infatti il Governo nel ‘Piano Strategico Nazionale’ ha stabilito che per qualunque AdSP è importante ottenere la più ampia autonomia finanziaria, attraverso una nuova governance. Una realtà in cui gli autotrasportatori sono stakeholder (portatori d’interesse) di primaria importanza, insieme agli altri attori economici, Pmi in testa”.

E’ indispensabile per tutto il settore produttivo regionale, dicono i rappresentanti delle associazioni, “sollecitare un incontro con i vertici regionali per capire quali sono e saranno le politiche in riferimento a: autoporti ed interporti, attualmente chiusi o sottoutilizzati; reti europee e Ten-T; porti, con quelli di Pescara e Ortona all’interno dell’AdSp di Ancona, mentre ancora si ignora in quale autorità sarà inserito quello di Vasto; autostrade, con la rivisitazione del tracciato della Strada dei Parchi e la possibilità di realizzare la terza corsia dell’autostrada A14 nel tratto abruzzese; ferrovie, ammodernando la obsoleta linea Pescara-Roma; aeroporto, scongiurando l’abbandono dello scalo da parte di Ryanair”.

“C’è purtroppo da constatare – concludono gli esponenti delle associazioni – che gli autotrasportatori non sono mai stati interpellati dalle istituzioni regionali su questi temi fondamentali”.
Confartigianato Trasporti, Assotir, Fiap, Fai, Fita Cna, Sna Casartigiani e Anita-Confindustria chiedono, infine, la creazione di un punto di distribuzione di gas naturale liquido (Gnl o Lng) nel porto di Ortona, tenuto conto che lo scalo si trova nell’area del parco marino ‘Costa dei Trabocchi’ e l’Introduzione del Fast Corridor (corridoio veloce) stradale.

Tag: gas naturale

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Assogasmetano: aumenti fino a 8 volte per il gas naturale, si rischia la chiusura

Continuano a crescere i prezzi dell'energia e del gas naturale e Assogasmetano lancia un nuovo allarme: "di fronte a questa escalation, il settore si troverà fuori mercato e rischierà...

Arriva Italia: 2021 positivo, ricavi in crescita a 153 milioni

Il 2021 Arriva Italia, operatore del trasporto su gomma, si chiude con risultati positivi, anche grazie all’impatto dei ristori governativi, sebbene permanga un forte gap rispetto alla...

Una flotta di veicoli sostenibili per il Giro d’Italia: Iveco e Iveco Bus fornitori ufficiali

Il Giro d’Italia, giunto alla sua 105esima edizione, è una prestigiosa corsa ciclistica che, insieme al Tour de France e la Vuelta de España, si svolge ogni anno, raggiungendo un...

Gas: distributori metano confermano lo sciopero nei giorni 4, 5 e 6 maggio 2022

Nei giorni 4, 5 e 6 maggio 2022 è previsto uno sciopero nazionale dei  servizi di distribuzione di gas naturale a uso autotrazione. Lo hanno annunciato le associazioni Assogasmetan...

Aumento tariffe metano: le associazioni chiedono al Governo misure per impedire la perdita di 20mila posti di lavoro

Federmetano, Assogasmetano e Ngv Italy hanno inviato una nota congiunta al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro dello Sviluppo Economico e al Ministro della Transizione Ecologica...

Porto di Ravenna: prima stazione di servizio galleggiante per le navi alimentate a gas naturale

Presentato a Ravenna dal gruppo Panfido, in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico settentrionale, il primo impianto integrato per approvvigionare le grandi...

Nuovo deposito di gas naturale liquido (Gnl) al porto di Ravenna

Sarà inaugurato il 26 ottobre nel porto di Ravenna il nuovo deposito di stoccaggio di gas naturale liquido (Gnl), il primo operativo nell'Italia continentale dopo quello in Sardegna, di...

Aumento prezzi energia, Natali (Federmetano): abbassare l'iva del gas per autotrazione

I prezzi del carbone, del carbonio e del gas in Europa continuano a salire a livelli record (ne avevamo parlato qui). E Dante Natali, presidente di Federmetano, in audizione in commissione Industria...