Aeroporto di Bari: il 13 giugno Air France riprende i voli per Parigi

venerdì 29 maggio 2020 09:41:42

A partire dal 13 giugno Air France riprenderà gradualmente i collegamenti dall’Aeroporto di Bari e dalla terza settimana del mese diventeranno 3i voli settimanali per Parigi CDG.
“La ripresa dell’operativo su Parigi CDG assume un significato straordinario che va ben al di là della semplice rinnovata disponibilità di collegamenti. È il segno di un ritorno, in modo graduale e mirato, alla normalità, che induce a guardare con cauto ottimismo e rinnovata progettualità al futuro – ha dichiarato Tiziano Onesti, presidente di Aeroporti di Puglia –. Infrastruttura e vettore, Aeroporti di Puglia e Air France, hanno adottato tutte le precauzioni e i protocolli raccomandati a livello nazionale e internazionale necessari a garantire la massima sicurezza di ogni persona coinvolta in tutte le fasi dell'intera esperienza di viaggio. Va rimarcato in proposito che la tracciabilità di ciascuno di noi, nei diversi momenti in cui si articola il viaggio aereo nel suo complesso, rappresenta un indiscusso punto di forza che contribuisce a tutelare la salute e la sicurezza delle persone. Torniamo, pertanto, a volare con senso di confidenza e nella massima sicurezza facendo ciascuno di noi la propria parte con senso di responsabilità e rispetto delle regole e procedure a beneficio di tutti”.
“Ritornare a volare nel Bel Paese è per noi motivo di grande orgoglio e conferma l’importanza del mercato italiano per il Gruppo Air France-KLM – ha aggiunto Stefan Vanovermeir, direttore generale Air France-KLM East Mediterranean –. Nelle ultime settimane abbiamo messo in campo tutte le misure necessarie per volare in sicurezza e siamo ora pronti a ripartire, già dal mese di giugno e in vista dell’imminente stagione turistica, con più del 15% dei nostri voli da e per l’Italia”.

 Tra le nuove norme di sicurezza Air France prevede obbligo di mascherina e distanziamento sociale a bordo, garantendo l’igienizzazione dei sedili e di tutte le superfici all’interno dell’aeromobile e ricambio dell’aria ogni 3 minuti tramite sistema di filtraggio dell'aria costituito da filtri anti particolato HEPA, identici a quelli utilizzati nelle sale operatorie, in grado di rimuovere più del 99% dei contaminanti virali e batterici.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

CONDIVIDI
Leggi anche

Aicai-Luiss: presentato il Libro Bianco dei corrieri aerei internazionali

Oltre 52.000 lavoratori tra indotto e dipendenti diretti, un fatturato superiore ai 3 miliardi di euro, 300 voli settimanali da e per l’Italia, 7.000 veicoli, 133,5 milioni di spedizioni di cui...

Auto: prezzi in crescita, in agosto impennata per il nuovo (+2,7%)

Crescono i prezzi delle autovetture nuove. In agosto il tasso di crescita tendenziale (cioè su base annua) dei prezzi è infatti salito al +2,7%, in aumento rispetto alla crescita di...

Unatras scrive a De Micheli: indispensabile proseguire il confronto e definire i provvedimenti attesi dall'autotrasporto

  Definire i provvedimenti attesi dal comparto autotrasporto in merito all’imminente ripubblicazione dei valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio e alla norma sul rispetto...