Iata: le misure di risposta a Omicron minacciano la ripresa del trasporto aereo

CONDIVIDI

martedì 7 dicembre 2021

La ripresa del trasporto aereo è proseguita a ottobre 2021 con ampi miglioramenti sia nei mercati nazionali che internazionali. L'imposizione di divieti di viaggio da parte dei governi – peraltro contro il parere dell’Oms – potrebbe però minacciare la ripresa del settore.

Le rilevazioni dell’Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata) fotografano per il mese di ottobre una diminuzione di passeggeri del 49,4% (misurata RPK) rispetto a ottobre 2019 (il confronto avviene ancora rispetto al 2019 per evitare l’impatto distorto del Covid sui dati 2020). Si tratta certamente di un miglioramento rispetto al calo del 53,3% registrato a settembre 2021, rispetto a due anni prima.

La contrazione registrata dai mercati domestici è del 21,6% rispetto a ottobre 2019, in miglioramento rispetto al -24,2% registrato a settembre (rispetto a settembre 2019). Il traffico passeggeri internazionali a ottobre è stato del 65,5% inferiore a ottobre 2019, anche in questo caso in ripresa rispetto al calo del 69% registrato a settembre rispetto al periodo 2019.

“Le prestazioni del traffico di ottobre confermano che le persone viaggiano quando è loro consentito – ha sottolineato Willie Walsh, direttore generale della Iata –. Sfortunatamente, le risposte dei governi all'emergere della variante Omicron stanno mettendo a rischio la connettività globale che ha impiegato così tanto tempo a riprendersi".

Analizzando nel dettaglio i dati del traffico internazionale, i passeggeri trasportati dai vettori europei sono diminuiti a ottobre del 50,6% rispetto a ottobre 2019, nettamente migliorato rispetto al calo del 56,5% di settembre. La capacità è diminuita del 41,3% e il fattore di carico è sceso di 13,7 punti percentuali al 72,5%.

Le compagnie aeree dell'Asia-Pacifico hanno visto il loro traffico internazionale diminuire del 92,8%, in leggero miglioramento rispetto al calo del 93,1% registrato a settembre 2021. La capacità è scesa dell'83,8% e il fattore di carico è sceso di 44 punti percentuali al 35,7%, di gran lunga il più basso tra le regioni.

Le compagnie aeree del Medio Oriente hanno registrato un calo passeggeri 60,3% a ottobre, con un balzo rispetto al calo del traffico del 67,1% registrato a settembre. La capacità è diminuita del 49,1% e il fattore di carico è sceso di 16,1 punti percentuali al 57,5%.

I vettori nordamericani hanno registrato un calo del traffico del 57%, migliorato rispetto a un calo del 61,4% a settembre 2021. La capacità è scesa del 43,2% e il fattore di carico è sceso di 20 punti percentuali al 62,4%.

Le compagnie latinoamericane hanno registrato un calo del traffico del 55,1% nel mese di ottobre. Anche in questo caso un miglioramento rispetto a settembre, quando il traffico era diminuito del 61,4%. La capacità di ottobre è scesa del 52,5% e il fattore di carico è sceso di 4,3 punti percentuali al 76,9%, il fattore di carico più alto tra le regioni per il 13° mese consecutivo.

Il traffico delle compagnie africane è diminuito del 60,2%, in recupero rispetto alla diminuzione del 62,1% a settembre. La capacità di ottobre è scesa del 49,0% e il fattore di carico è sceso di 15,2 punti percentuali al 54,1%.

Per quanto riguarda alcuni tra i principali mercati domestici, l'India ha visto un calo del 27% nella domanda di ottobre rispetto a ottobre 2019, notevolmente migliorato rispetto a un calo del 40,5% a settembre a seguito dell'allentamento di alcune misure di controllo.

Il traffico interno russo di ottobre è aumentato del 24%, in rallentamento rispetto alla crescita del 29,3% registrata a settembre, attribuibile a una forte ondata di Covid-19 e all'inizio della stagione dei viaggi invernali.

 

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Trasporto passeggeri, MIMS: 70mln di euro per il 2022

70 milioni per il settore trasporti per fronteggiare l'aumento eccezionale del prezzo dei carburanti. È quanto prevede il Decreto Aiuti approvato dal Consiglio dei Ministri e pubblicato in...

Trasporto pubblico locale: prosegue il piano del Mims per l’ammodernamento degli autobus

L’agenda europea per la transizione ecologica impone a governi e amministrazione locali un calendario serrato verso gli obiettivi di decarbonizzazione e progressiva riduzione dell’impatto...

Varato nel porto di Gaeta il primo catamarano completamente alimentato a idrogeno

Prosegue l’impegno dei porti del Lazio verso l’efficientamento delle operazioni e la riduzione dell’impatto ambientale delle attività portuali. A pochi giorni...

Raddoppiano le risorse per il bonus trasporti: l'incentivo sarà disponibile da settembre

Le risorse destinate al bonus per incentivare l'uso dei trasporti pubblici raddoppiano (ne avevamo parlato qui). Il decreto Aiuti bis varato dal Consiglio dei ministri rafforza...

Obiettivo mobilità integrata e sostenibile: accordo Trenitalia-TIER

TIER, operatore multinazionale di servizi di micro-mobilità condivisa, e Trenitalia (Gruppo FS Italiane) uniscono le forze per accelerare l’evoluzione della mobilità verso sistemi...

Porto di Taranto-RFI: protocollo di intesa con Regione Puglia e Mims per la sperimentazione di un sistema di trasporto ultraveloce

Individuazione e sperimentazione sul campo di un sistema di trasporto merci e passeggeri alternativo, sostenibile e ultraveloce a guida vincolata e a basso consumo di energia, valutando i vantaggi e...

Monopattini: a Roma Voi Technology promuove il "buon parcheggio" e premia i comportamenti corretti

Incentivare il corretto parcheggio dei monopattini nelle strade della Capitale. Voi Technology, l’azienda svedese di micromobilità elettrica condivisa presente con il servizio di...

IBE Intermobility and Bus Expo 2022: ecco il programma di eventi a cura del Comitato Tecnico Scientifico

La decima edizione di IBE Intermobility and Bus Expo (l’appuntamento biennale di IEG Italian Exhibition Group dal 12 al 14 ottobre alla Fiera di Rimini) presenta il Programma dei lavori a cura...