L’aeroporto di Venezia ottiene il livello più alto della certificazione ambientale di ACI Europe

CONDIVIDI

lunedì 3 ottobre 2022

Assegnato all’aeroporto di Venezia il livello 4+ del programma Airport Carbon Accreditation di ACI Europe. Si tratta del livello più alto della certificazione ambientale per adeguare il Programma ACA agli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima, che certifica, sulla base di parametri predefiniti e omogene,i l’efficacia dei piani di sostenibilità e di riduzione delle emissioni di gas serra degli aeroporti a livello internazionale, in funzione dell‘impegno preso per diventare Net Zero Carbon Emissions.

“La nuova certificazione attribuita all’aeroporto di Venezia costituisce una fondamentale conferma della validità del percorso intrapreso dal nostro Gruppo in termini di sostenibilità ambientale e innovazione – ha dichiarato Monica Scarpa, Ceo del Gruppo SAVE –. L’impegno preso nel 2019 per 'Net Zero' si declina in ogni nostro progetto e azione, con l’obiettivo di coniugare lo sviluppo della connettività e dei collegamenti con interventi che entro il 2030 portino al progressivo azzeramento delle emissioni di CO2”.

Il Marco Polo dal 2011, anno base scelto dal Gruppo SAVE, ha costantemente ridotto il proprio KPI (Key Performance Indicator), divenendo nel 2015 carbon neutral (livello 3+).

Per accelerare il suo percorso verso gli obiettivi dell’Accordo di Parigi, il Gruppo SAVE si è prefissato di far diventare l’aeroporto di Venezia “Net Zero Carbon Emissions” entro il 2030, in anticipo di 20 anni rispetto a quanto stabilito per il settore aeroportuale a livello europeo (Net Zero 2050). Da qui l’elaborazione della roadmap che ha portato alla certificazione al livello 4+ di ACA dell’aeroporto e che fissa azioni di sostenibilità volte al miglioramento della performance ambientale in collaborazione con gli stakeholder dello scalo.

Le tappe più significative di questo percorso prevedono:

  • la realizzazione di un nuovo layout impiantistico generale che riguarderà in particolare la trasformazione dell’attuale centrale di trigenerazione a metano a un funzionamento a energia pulita;

  • lo sviluppo dell’intermodalità con la realizzazione della bretella di collegamento con il sistema ferroviario e la costruzione di un vertiporto all’interno dell’area aeroportuale;

  • l’accordo sottoscritto con Snam e Airbus per lo studio e l’applicazione dell’idrogeno in ambito aeroportuale e più in generale nel trasporto aereo;

  • la collaborazione con ENI per lo sviluppo di carburanti sostenibili (SAF – Sustainable Aviation Fuel);

  • l’incremento della produzione energetica da fonti rinnovabili;

  • il coinvolgimento degli handler nella progressiva sostituzione dei loro mezzi con veicoli elettrici.

“L’aeroporto di Venezia – sottolinea Olivier Jankovec, direttore generale di ACI Europe – sta procedendo con tutti i passaggi necessari per decarbonizzare entro il 2030 la propria gestione aeroportuale. L’ultimo traguardo raggiunto in ambito di sostenibilità – Livello 4+ ‘Transition’ di Airport Carbon Accreditation – è attualmente il più alto riconoscimento per gli aeroporti a livello globale, che comporta un drastico taglio delle emissioni nell’ambito di diretta competenza e, nel contempo, coinvolge tutti i partners aeroportuali negli stessi obiettivi di riduzione di CO2. Al Gruppo SAVE vanno le mie congratulazioni per l’impegno profuso per un futuro a zero emissioni e l’eccellente risultato che oggi insieme celebriamo”.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Roma Capitale, il piano della mobilità per le Feste: istituite due nuove linee bus circolari per il centro

Roma Capitale ha predisposto il piano della mobilità per le Feste: dall'8 dicembre fino all'8 gennaio. Lo ha comunicato Roma Servizi per la mobilità. E' prevista l’estensione...

Limitazioni camion al Brennero: appello al ministro Salvini da sistema camerale e associazioni di categoria

Il Land austriaco del Tirolo limita da diversi anni il transito di mezzi pesanti non tirolesi attraverso la propria regione. Si tratta di una politica selettiva che colpisce in particolar modo...

Dall'Oman a Bangkok: SalamAir continua l'espansione nel sud-est asiatico

Per rafforzare e migliorare la connettività aerea con una delle destinazioni preferite del Sultanato dell'Oman, SalamAir annuncia l'introduzione di un volo diretto tra Muscat e Bangkok, con...

Passante e nuova stazione AV di Firenze: RFI aggiudica gara da 1,1 miliardi

Rete Ferroviaria Italiana ha aggiudicato al consorzio che vede come capofila Impresa Pizzarotti & C. e come impresa consorziata Saipem la gara da oltre 1,1 miliardi per la realizzazione del...

In treno da Mestre all’aeroporto di Venezia: RFI aggiudica bando da 428 milioni

Un nuovo collegamento ferroviario costituito da una tratta a doppio binario di circa 8 km di cui 3 o 4 in galleria che collegherà Venezia all’aeroporto Marco Polo. Punta a questo il...

Sciopero trasporti 2 dicembre: ecco le corse garantite dei bus Cotral

Venerdì 2 dicembre ci sarà uno sciopero generale nazionale che coinvolgerà anche il settore del trasporto pubblico (leggi l'articolo qui). Le organizzazioni sindacali Cobas e...

La Puglia protagonista delle Autostrade del mare grazie a Gruppo Grimaldi

Avviare un confronto finalizzato a individuare punti di forza, criticità, potenzialità e strategie per favorire e accrescere l’attrattività e la competitività dei...

Investimenti autotrasporto 2022: elenco delle imprese ammesse all'incentivo

Pubblicato l'elenco delle domande per l’accesso agli incentivi delle imprese di autotrasporto, relativi al secondo periodo di incentivazione 3 ottobre – 16 novembre 2022. L'elenc...