Aeroporti di Bari e Brindisi: Ryanair lancia 21 nuove rotte

CONDIVIDI

giovedì 29 luglio 2021

Conta complessivamente 67 rotte estive e 54 rotte invernali l’operativo con cui Ryanair lancia la piena ripresa delle attività dagli aeroporti di Bari e Brindisi.

L’operativo estivo dalla Puglia includerà 4 aeromobili basati (3 a Bari e 1 a Brindisi) e, rispetto alle 67 rotte totali operate, l’attivazione di 16 nuove rotte: 13 da Bari, ad Alghero, Alicante, Chania, Munster, Ibiza, Santorini, Kos, Marsiglia, Pafo, Sofia, Varsavia, Zara & Zante; 3 da Brindisi a Madrid, Malta e Rodi. Per un totale di 323 voli in partenza a settimana.

Saranno invece 54 le rotte invernali operate da Ryanair dagli aeroporti pugliesi, di cui 5 nuove: 3 da Bari a Comiso, Porto e Tel Aviv; 2 da Brindisi a Barcellona e Genova. Saranno oltre 300 i voli in partenza a settimana.

“L’annuncio di 5 nuove rotte per la Winter – ha dichiarato il direttore generale di Aeroporti di Puglia, Marco Catamerò – è un’ulteriore conferma del costante lavoro messo in campo anche durante la pandemia dalla Società e delle grandi potenzialità del territorio colte appieno da Ryanair che continua a investire nella nostra regione, risultando strategica per Aeroporti di Puglia e posizionandosi come la principale compagnia aerea anche per il gran numero di rotte operate e dei passeggeri trasportati”.

Catamerò ha sottolineato come grazie alle nuove rotte di Ryanair dalla Puglia si potrà raggiungere un nuovo mercato, il Portogallo, mai collegato direttamente fino ad oggi; viene inoltre aumentato il numero di aeroporti raggiunti in Sicilia con Comiso e, con Tel Aviv, si rafforzano i rapporti con il mercato israeliano, strategico sia per l’incoming e il business internazionale, sia per facilitare le relazioni nel campo dell’aerospazio. Un collegamento fondamentale anche per gli aspetti religiosi, favorendo l’outgoing ad esempio verso la Terra Santa.

Da Brindisi riprende un collegamento storico, Barcellona, molto apprezzato in passato per l’incoming e l’outgoing e viene stabilizzato il collegamento su Genova, garantendo un servizio annuale tra due aree difficilmente collegabili. “Mi auguro per il futuro – ha concluso il direttore – un ulteriore sviluppo su Brindisi, con un secondo aereo basato che possa garantire l’ampliamento dell’offerta anche dall’Aeroporto del Salento”.

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

ADR e Save lasciano Assaeroporti. La replica dell’Associazione: scelta grave e immotivata

Aeroporti di Roma ha comunicato l'uscita da Assaeroporti, spiegando la decisione in una breve nota in cui viene evidenziato come da mesi sia stata constatata l’impossibilità in questo...

Auto: quali sono le cause dell'aumento dei prezzi?

I prezzi delle auto crescono ma, almeno per quanto riguarda le nuove, l’impennata diventa sempre più contenuta. Lo conferma l’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec su...

Piaggio Aerospace: accordo con Safran per il motore Ardiden 3

Piaggio Aerospace e la società francese Safran Helicopter Engines hanno sottoscritto una Lettera di Intenti che prevede una collaborazione nella produzione della famiglia di motori aeronautici...

Al via EXPO Ferroviaria a Rho Fiera Milano: 188 espositori da 14 paesi per la decima edizione

Decima edizione nel segno della mobilità sostenibile e del futuro - con una piattaforma digitale per seguire gli eventi in streaming - per EXPO Ferroviaria a Rho Fiera Milan...

Nuovo partner internazione per il porto di Trieste: è British American Tobacco

Il porto di Trieste ha un nuovo partner internazionale. Nella nuova zona franca di Bagnoli della Rosandra (FREEeste), è infatti nata la collaborazione pluriennale tra Interporto di Triest...

Confitarma: supportare la flotta italiana nella transizione ecologica

Alle audizioni presso le Commissioni riunite della Camera dei Deputati IX (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e VIII (Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici) del 27 settembre (ne avevamo...

In Regno Unito manca il carburante, priorità al personale medico

Accesso prioritario ed esclusivo ad alcune pompe di benzina ai lavoratori dei servizi essenziali, a cominciare dai medici. E' questa la soluzione a cui sta pensando il governo britannico per il piano...

Il lungo colpo di coda della Brexit: Made in Italy a rischio

In pericolo 3,6 miliardi di valore annuale delle esportazioni agroalimentari Made in Italy in Gran Bretagna, che nel 2021 per la prima volta da almeno un decennio risultano in calo (-2%). Gli...