Aeroporti del Nord Est: nei primi dieci mesi 2022 traffico passeggeri raggiunge l'80% dei flussi pre-Covid

CONDIVIDI

giovedì 3 novembre 2022

Da gennaio a ottobre i passeggeri transitati negli aeroporti del Nord Est sono stati 12,6 milioni, circa l’80% di quelli registrati nello stesso periodo del 2019, anno di riferimento prima della crisi determinata dalla pandemia.
L’85% del traffico del periodo è stato generato nella stagione estiva (aprile-ottobre), a fronte di un’incidenza dell’80% nel 2019.

Le previsioni per fine 2022 sono di 14,9 milioni di passeggeri complessivi per i tre aeroporti di Venezia, Verona e Treviso, numeri che corrispondono all’81% dei passeggeri registrati nel 2019.

L’analisi dei dati distinti per aeroporto, evidenzia come ognuno dei tre scali stia progressivamente recuperando quote di traffico.

“Le previsioni per il 2022 erano da un lato di una ripresa del mercato europeo, che seguiva il segmento nazionale riattivato nel 2021, dall’altro di un parziale ritorno dei flussi intercontinentali. La diffusione a inizio anno della variante Omicron ha rimandato di tre mesi le aspettative ma, con la stagione estiva, il traffico del nostro sistema è letteralmente esploso, aiutato in particolar modo dal mercato degli Stati Uniti, vista anche la parità delle monete – spiega Camillo Bozzolo, direttore Sviluppo Aviation Gruppo Save –. Le prospettive per il 2023 sono di procedere con la ripresa avviata ad aprile di quest’anno, in parallelo alla graduale riapertura dei mercati a livello internazionale, in collaborazione con le compagnie aeree che operano nei nostri aeroporti, che intendono mettere in vendita un numero di posti quasi in linea con quelli del 2019”.

Aeroporto di Venezia

L’aeroporto di Venezia ha raggiunto 8 milioni di passeggeri da gennaio a ottobre, di cui oltre 1 milione al mese da giugno a settembre. Con la stagione estiva 2022, dopo oltre due anni, il Marco Polo si conferma terzo aeroporto intercontinentale nazionale, riattivando sostanzialmente tutte le rotte per il Nord America (New York JFK, New York Newark, Atlanta, Philadelphia, Toronto, Montreal), che si sono aggiunte al volo di lungo raggio su Dubai già operativo da luglio 2021.

Sono 4 i vettori basati allo scalo: Ryanair e Wizz Air, che hanno aperto le loro basi quest’anno, che si sono aggiunti a Volotea ed easyJet, per un totale di 12 aeromobili basati da parte delle quattro compagnie, che garantiscono al territorio un’ottima accessibilità sia internazionale che domestica.
I primi dieci paesi collegati dal Marco Polo nel periodo estivo sono stati Italia, Francia, Gran Bretagna, Spagna, Germania, Stati Uniti, Grecia, Olanda, Austria, Turchia. Insieme rappresentano l’83% del traffico complessivo. Le previsioni sono di chiudere il 2022 con 9,2 milioni di passeggeri, l’80% rispetto al 2019.

Nella stagione invernale 2022-2023 lo scalo sarà collegato con 73 destinazioni, che coprono in modo capillare il network europeo e, attraverso gli aeroporti hub, quello intercontinentale. Dubai resta una destinazione consolidata annuale, fondamentale per i collegamenti con l’Asia, anche in considerazione della riapertura di mercati strategici per il bacino d’utenza come Giappone e Corea del Sud.

Per l’estate 2023, sono confermati i voli sul Nord America, a cui si aggiungeranno i nuovi collegamenti di medio raggio sull’Arabia Saudita (Riyad e Jedda) e Smirne in Turchia.

Aeroporto di Verona

L’aeroporto di Verona ha chiuso il periodo gennaio-ottobre con 2,6 milioni di passeggeri, che corrispondono all’81% di quelli registrati nello stesso periodo del 2019, con il picco massimo di traffico raggiunto nel mese di agosto con 436.000 passeggeri.

La base di Volotea, vettore di riferimento per lo scalo veronese, e i crescenti investimenti di Ryanair e Wizz Air, hanno contribuito a soddisfare le esigenze del bacino d’utenza.

Nell’estate, il traffico internazionale è decollato con 6 nuove destinazioni: Parigi De Gaulle, Barcellona, Amburgo, Malta, Porto e Palma di Maiorca. I primi dieci paesi collegati dal Catullo nel periodo estivo sono stati Italia, Gran Bretagna, Germania, Albania, Spagna, Grecia, Egitto, Irlanda, Olanda e Repubblica Moldava, che insieme rappresentano il 91% del traffico complessivo.

Le previsioni per fine 2022 sono di 3 milioni di passeggeri, l’83% rispetto a quanto realizzato nel 2019.

Nella stagione invernale 2022-2023 sono previste 40 destinazioni. In particolare, dopo il successo riscontrato nella stagione estiva, vengono confermati i collegamenti molto richiesti e apprezzati dal territorio su Parigi Charles De Gaulle e Barcellona.

Air Dolomiti prosegue i suoi collegamenti sugli hub di Monaco e Francoforte, a fondamentale garanzia di connettività con destinazioni internazionali e intercontinentali. I voli su Londra Gatwick, Londra Stansted, Birmingham, Bristol, Manchester confermano la Gran Bretagna il 1° mercato internazionale incoming dello scalo, con importanti ricadute sul turismo e l’economia dell’area.

A questi si aggiunge la linea su Edimburgo, che viene mantenuta dopo l’ottimo risultato dei mesi estivi.

Aeroporto di Treviso

L’aeroporto di Treviso ha registrato nei primi dieci mesi dell’anno 2,2 milioni di passeggeri, che corrispondono all’88% del 2019. Da inizio aprile, per tutto il periodo estivo, lo scalo ha gestito un volume medio di 250.000 passeggeri al mese. Una crescita alimentata dagli investimenti sullo scalo di Ryanair (a giugno 2021 ha aperto una sua base operativa stabile con 2 aeromobili) e Wizzair, che insieme garantiscono l’offerta di un vasto network di destinazioni “punto a punto”.

I primi dieci paesi collegati dal Canova nel periodo estivo sono stati Romania, Spagna, Italia, Belgio, Gran Bretagna, Polonia, Francia, Germania, Irlanda e Albania, che insieme rappresentano il 76% del traffico complessivo.

Le previsioni per fine 2022 sono di 2,8 milioni di passeggeri, l’86% rispetto al 2019.

Per la stagione invernale 2022-2023 sono previste 49 destinazioni, di cui 43 di Ryanair, che rappresenta l’85% del traffico totale, e 6 di Wizz Air. All’interno di questa offerta, le novità sono rappresentate dai voli su Amman, Gran Canaria, Tallinn, Crotone di Ryanair, e Suceava (Romania) di Wizz Air.

 

© Trasporti-Italia.com - Riproduzione riservata

Leggi anche

Roma Capitale, il piano della mobilità per le Feste: istituite due nuove linee bus circolari per il centro

Roma Capitale ha predisposto il piano della mobilità per le Feste: dall'8 dicembre fino all'8 gennaio. Lo ha comunicato Roma Servizi per la mobilità. E' prevista l’estensione...

Limitazioni camion al Brennero: appello al ministro Salvini da sistema camerale e associazioni di categoria

Il Land austriaco del Tirolo limita da diversi anni il transito di mezzi pesanti non tirolesi attraverso la propria regione. Si tratta di una politica selettiva che colpisce in particolar modo...

Dall'Oman a Bangkok: SalamAir continua l'espansione nel sud-est asiatico

Per rafforzare e migliorare la connettività aerea con una delle destinazioni preferite del Sultanato dell'Oman, SalamAir annuncia l'introduzione di un volo diretto tra Muscat e Bangkok, con...

Passante e nuova stazione AV di Firenze: RFI aggiudica gara da 1,1 miliardi

Rete Ferroviaria Italiana ha aggiudicato al consorzio che vede come capofila Impresa Pizzarotti & C. e come impresa consorziata Saipem la gara da oltre 1,1 miliardi per la realizzazione del...

In treno da Mestre all’aeroporto di Venezia: RFI aggiudica bando da 428 milioni

Un nuovo collegamento ferroviario costituito da una tratta a doppio binario di circa 8 km di cui 3 o 4 in galleria che collegherà Venezia all’aeroporto Marco Polo. Punta a questo il...

Sciopero trasporti 2 dicembre: ecco le corse garantite dei bus Cotral

Venerdì 2 dicembre ci sarà uno sciopero generale nazionale che coinvolgerà anche il settore del trasporto pubblico (leggi l'articolo qui). Le organizzazioni sindacali Cobas e...

La Puglia protagonista delle Autostrade del mare grazie a Gruppo Grimaldi

Avviare un confronto finalizzato a individuare punti di forza, criticità, potenzialità e strategie per favorire e accrescere l’attrattività e la competitività dei...

Investimenti autotrasporto 2022: elenco delle imprese ammesse all'incentivo

Pubblicato l'elenco delle domande per l’accesso agli incentivi delle imprese di autotrasporto, relativi al secondo periodo di incentivazione 3 ottobre – 16 novembre 2022. L'elenc...